.
Annunci online

  luigicurci [ SE CON L'ORO HANNO COMPRATO LA MIA CASA E LA MIA TERRA,LA MIA LIBERTA' SI PAGA CON IL SANGUE ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


VENTOLA PRESIDENTE DELLA BAT
Blocco IDENTITARIO
Nuova Italia Barletta
La web-TV di Nuova Italia BAT
NO DROGA
Caffè Nero
AG BARLETTA
Forum Idea Giovani
Alleanza Nazionale
Destra Sociale
Fondazione Nuova Italia
Azione Giovani
Azione Universitaria
Azione Studentesca
UGL
UGL Barletta
AZIONEfUtUrIsTa
AG Federazione Barletta-Andria-Trani
SAPPE
Fare Sicurezza
Fare Verde
La Destra - rivista sul web
L'ora della verità
Rock per la verità
Musica alternativa
Casa Pound
Cuori neri
10 febbraio
Posizione
Il Tricolore
Identità europea
L'Italiano
No Reporter
Family Pride
A destra del Giulivo
Il Giulivo -sito di satira
Barlettiamo
Barletta on line
Gianni ALEMANNO
Marcello DE ANGELIS
Alfredo MANTOVANO
Carlo FIDANZA
Roberto TUNDO
Paola FRASSINETTI
Barbara SALTAMARTINI
Oronzo CILLI
Simone SPIGA
Daniele CAROLEO
Beniamino SCARFONE
Alessandro AMORESE
Michela DANZI
Francesco SALLUSTIO
Daniele MAODDI
Federico MORETTI
Ulderico DE LAURENTIIS
Ardito
Angelo Raffaele MASTROPIERRO
Marco LATTANZIO
Claudio STELLA
Ruggiero GENTILE
Gioacchino MONTERISI
Roberto ALFATTI APPETITI
Giuseppe CALOGIURI
Anna GUARDASCIONE
Marco MILANESE
Ileana
Orpheus
VOLO
Pasquale RICCIO
Leo RICATTI
Dario DAMIANI
L'osservatore di Romano
A destra
Umberto DESIMONE
Ignazio CONI
AG Barletta
Azione Studentesca Barletta
AG Canosa di Puglia
AG Bisceglie
AN Mola di Bari
AG Acerra
AG Recale
AG Terra di mezzo Crotone
AG Giaveno
AG Brindisi
AG Roma Est
AG Firenze
AG Reggio Calabria
AG Polistena
AG Varese
AG Busto Arsizio
QENILDOR - Blog sull'Irlanda
Sardegna non conforme
Giù le mani dal gladio
BOLOGNA BUG
PZF451
Il Cammino Neocatecumenale
Info Cammino Neocatecumenale
Catechumenium
don Francesco FRUSCIO
ASD Barletta
Juventus F.C.
Drughi
Alessandro DEL PIERO
Libero
Corriere della Sera
Gazzetta del Mezzogiorno
Il Giornale
Ansa
Il Tempo
Michele GARRINELLA
Super Manu
Dario DIMASTROMATTEO
Blog Italia
Folklore barlettano

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


8 gennaio 2008

Sempre a proposito di rifiuti

 Barletta, "Cementeria non idonea a smaltire il CDR"


Alleanza Nazionale, attraverso il gruppo consiliare ed il presidente Priano, pone la questione del rischio di una emergenza rifiuti anche nella Bat

"La Puglia non è certo la Campania dove la questione rifiuti ha raggiunto livelli di attenzione e pericolosità elevati tanto che si auspica un intervento della più alta carica dello Stato, il Presidente della Repubblica, affinché insieme alle Istituzioni locali si trovi soluzione ad un problema che da troppo tempo agita le popolazioni del Sud Italia. Se si aggiunge che in Campania alle proteste civili dei cittadini esasperati da questa situazione si mescola gente non interessata alla risoluzione del problema sostenuta dalla camorra locale, l'effetto bomba ecologica ed ambientale si materializza in tutta la sua pericolosità.
Ma da alcune settimane anche la Puglia sta vivendo in tema di emergenza rifiuti le sue difficoltà ed in particolare la VI Provincia pugliese dove, per lavori di adeguamento ed ampliamento, la discarica di Andria non è più funzionante e di conseguenza tutti i Comuni della Provincia e non solo, sversano i rifiuti nella sola discarica del Bacino Ba1 e cioè quella di Trani.
Ed è proprio da qui, dalla notevole quantità di rifiuti depositati nella discarica di Trani, che si riapre il dibattito su dove smaltire il CDR prodotto dalla discarica e quindi chiudere il ciclo dei rifiuti.
E a tal proposito riprende corpo, così come riportato da alcuni organi di informazione, la possibilità che il CDR prodotto dalla discarica del bacino Ba1 venga bruciato nella cementeria di Barletta, con gravi conseguenze per l'ambiente circostante e per l'intera città, essendo la cementeria un impianto industriale non adatto a tale funzione anche se fornita di altiforni che bruciano a temperature elevate ma mancante di specifici requisiti posti sotto il controllo e il monitoraggio del Ministero dell'Ambiente.
Alleanza Nazionale già nel settembre del 2006 con un'interrogazione urgente al Sindaco pose la questione della cementeria di Barletta quale luogo, individuato per chiudere il ciclo dei rifiuti del bacino Ba1, non idoneo ad espletare tale compito chiedendo garanzie ed impegni all'Amministrazione Comunale affinché questo pericolo ambientale fosse da subito scongiurato.
Barletta ha già i suoi problemi ambientali da risolvere con la massima urgenza per tutelare la salute pubblica di tutti i cittadini, basta ricordare il problema degli elettrodotti di Via Papa Giovanni XXIII, Via Fracanzano, Via Mascagni, Via Boito, l'elettrosmog prodotto dagli impianti di telefonia mobile, la questione dei fumi della Timac su Via Trani, l'inquinamento del canale Ciappetta-Camaggio e del fiume Ofanto.
Alleanza Nazionale si oppone da subito a questo ulteriore problema ambientale, seguiremo con attenzione l'evoluzione della questione e se sarà necessario mobiliteremo non solo i residenti della zona confinante con la cementeria ma tutta la città affinché si tuteli la salute come diritto fondamentale dell'individuo così come sancito dall'art. 32 della Costituzione Italiana
".




permalink | inviato da luigi curci il 8/1/2008 alle 1:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


7 dicembre 2007

Sesta Provincia.Nuovo atto

Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato firmato. La Prefettura sarà a Barletta insieme al Comando della Guardia di Finanza.La Questura andrà ad Andria e il Comando dell'Arma dei Carabinieri a Trani.
Sono queste le decisioni che parzialmente assecondano i voleri della Legge istitutiva della Provincia Barletta - Andria - Trani deliberata dal Senato nel maggio 2004 e che sul principio della policentricità del capoluogo attribuiva a Barletta il ruolo di "capofila" a cui destinare il "polo politico"!
Adesso bisognerà attendere la sede della Presidenza e del Consiglio Provinciale per dare pieno adempimento ma di questo probabilmente se ne parlerà nel 2009 quando si voterà per la prima volta per il nuovo ente (per cui vietato mollare).
Il percorso della Prefettura a Barletta è stato faticoso.Un giusto riconoscimento che doveva essere "naturale" ma che purtroppo ha vissuto momenti difficili a causa soprattutto di una strampalata firma posta su un documento dal nostro Sindaco!
Andria protesta per la decisione presa da Palazzo Chigi e annuncia di uscire dalla Provincia! Non può farlo semplicemente perchè la legge prevede il contrario.Insomma per gli amici di Andria il motto forse era "O Prefettura o nulla"! Se ne dovranno fare una ragione. L'atteggiamento di Andria è forse dimostrazione che barlettani più degli altri,da generazioni, sentono l'esigenza di questa provincia quasi come una "vocazione". Non è campanilsmo ma la volontà dei barlettani di realizzare questo progetto risale da battaglie di decenni e forse più. Ora attendiamo gli eventi ma sicuramente con molta più serenità!




permalink | inviato da luigi curci il 7/12/2007 alle 1:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


1 novembre 2007

Interrogazione del Gruppo di AN circa la situazione delle Circoscrizioni

 

AL SINDACO DEL COMUNE DI BARLETTA
ING.NICOLA MAFFEI

OGGETTO: interrogazione urgente (art.41 regolamento C.C.).

Premesso che
tra i punti qualificanti del programma di mandato amministrativo 2006-2011 della coalizione di centro-sinistra, il decentramento amministrativo “è un modo di intendere il governo di una comunità” ed inoltre che “il ruolo del decentramento amministrativo è attuato con la forma di governo delle Circoscrizioni”;
facendo riferimento sempre al programma amministrativo si afferma che “alle Circoscrizioni può e deve essere riconosciuto un maggiore peso politico..…., unitamente all’adozione di concreti comportamenti da parte dell’Amministrazione Comunale” ed inoltre “il ruolo dei Consigli Circoscrizionali va ridisegnato all’interno della cultura della cooperazione e della spinta propulsiva all’Amministrazione Comunale, ……, attraverso lo strumento delle competenze”;

                                         si interroga il Sindaco

per sapere quali provvedimenti siano stati varati in materia di decentramento così come previsto dal programma amministrativo 2006-2011;
per conoscere le reali intenzioni dell’Amministrazione Comunale in merito alle competenze da attribuire alle 3 Circoscrizioni Comunali





permalink | inviato da luigicurci il 1/11/2007 alle 21:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 ottobre 2007

Barletta e la politica. Il Partito Democratico: Arsenico e Vecchi Merletti

 Inserisco intervento dell'Avv.Carmine Dipaola (AN) sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 23 ottobre 2007:.

Il tono enfatico e le affermazioni-stereotipo, che rappresentano il “condimento” irrinunciabile della politica italiana, a tutti i livelli ed in tutte le direzioni (destra-sinistra), hanno accompagnato anche il battesimo del Partito Democratico. Una festa della democrazia. La novità che le genti attendevano da tempo. Il giusto itinerario per cambiare la solfa. E via con l’autoesaltazione e con i gratuiti auto-convincimenti di aver indovinato contenuti e modi per assicurare alla Nazione un futuro migliore.Ahi noi, le denominazioni si susseguono, ma i protagonisti sono sempre gli stessi. Ed anche l’approccio ad un fenomeno che oggettivamente è molto interessante e può essere foriero di esiti positivi (la aggregazione di sensibilità politiche omologhe, per il superamento di una anarchica frammentazione che riesce a conferire dignità anche a gruppuscoli o potentati o famiglie) diventa sterile esercitazione dialettica. O tale rischia di essere.Tralascio in questa sede la valutazione più generale e, da attento osservatore della realtà locale, mi accingo a guardare a casa nostra. E ad offrire al cittadino una chiave di lettura – senza presunzione di rivelare verità assolute – di un evento che avrebbe potuto e dovuto rappresentare una svolta e che invece ha confermato integralmente, senza eccezioni, la condizione di malessere e di grave disagio che caratterizza la nostra Città e la classe politica c.d. dirigente.Se Barletta è povera moralmente e culturalmente (quante ragioni nell’articolato recente intervento del dr. Francesco Messina), se si è “fermata” nel passaggio generazionale e non avverte stimoli a migliorarsi se non sul piano strettamente economico, se non riesce a coinvolgere nella gestione della cosa pubblica le forze sane che pure esistono (ma che hanno il torto di essersi arroccate in un eremo disperato), la ricaduta di una situazione che non è più soltanto di difficoltà ma appare preagonica non può che investire anche il neonato Partito Democratico.Mi chiedo. Quali garanzie di rigenerazione offre alla Città un partito che già in sala parto vede violente e feroci contrapposizioni, neppure celate alla men peggio, tra i suoi padri nobili (l’ex Sindaco Salerno ed il Sindaco attuale Maffei)? E registra nell’immediato un confronto, che non è affatto una verifica in democratico contraddittorio tra anime e culture diverse per storia e tradizione al fine di superare le antinomie, ma una poco dignitosa polemica di fazioni, che tali erano prima, tali restano oggi e tali immodificate si proporranno domani?Che volto accattivante può offrire un Partito che indossa una veste nuova e bella all’apparenza e che, però, “nel suo processo costitutivo fà ricorso al ruolo determinante di alcuni dirigenti di forze politiche esterne al progetto del Partito stesso” (v. Nicola De Fazio)?Quale respiro di autentico rinnovamento viene da un partito che non solo cerca altrove le proprie levatrici, ma adopera o subisce schemi demenziali di “supporto fazioso” alla leadership di una od altra componente (vedi l’avviamento al voto di persone estranee al problema e per nulla interessate agli esiti, ma univocamente reclutate con il consueto vergognoso “metodo barlettano” del “do ut des”)?Intendiamoci. Tanta gente è andata alle primarie credendo nell’operazione e nella utilità del proprio apporto. Ma quella gente finisce per essere offesa e bistrattata, come da tempo a Barletta accade, per colpa di un sistema perverso che nessun nuovo partito riesce a scardinare o intende attaccare.Mala tempora currunt. E mi chiedo: quali conseguenze disastrose riverranno, da premesse siffatte, sulla balbettante amministrazione in carica? Un autentico iperdosaggio di veleni, con prognosi infausta. Chi non vede peraltro già oggi che l’elettroencefalogramma è prossimo ad essere piatto?Per finire. Dalla parti nostre, qui a Destra, un mio tentativo (almeno quello) di riorganizzare le fila c’è. Alleanza Nazionale per il prossimo mese di novembre si propone un intenso programma, che coinvolga gli iscritti, i simpatizzanti ma soprattutto la gente comune che desidera si parli dei problemi del quotidiano, che li si affronti e se possibile si offrano ad essi soluzioni efficaci. Analogamente si cerca di trovare punti di convergenza con gli alleati, piuttosto che esaltare sterili posizioni autonomistiche o modeste divergenze il più delle volte legate agli uomini e non ai progetti. Si mira ad unire, perché le coalizioni elettorali si presentino domani come polo realmente unitario. Almeno qui a Barletta. Senza concedere spazio, così, a quelle scissioni verticistiche (v. la Destra del sen. Storace) che, lo dico per esperienza personale, sono sterili e finiscono soltanto per danneggiare un urgente processo di aggregazione. L’unica strada che, pur nel rispetto delle realtà identitarie, possa dare risposta alla istanza di chiarezza e di linearità della politica proveniente dalla società civile.

                                                                                        avv. Carmine Di Paola
                                                                                            
(Alleanza Nazionale)



15 ottobre 2007

Scandali della sanità pugliese

Comunicato del Consigliere Regionale Sergio Silvestris (Commissione Sanità)

Domani mattina, 16 ottobre, il Consiglio regionale pugliese discuterà la mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore regionale alla Sanità Alberto Tedesco. Come è noto, nelle ultime settimane sono emersi gravi elementi riguardanti un palese conflitto di interessi che vede i familiari dell’assessore Tedesco proprietari di aziende che commercializzano prodotti sanitari.Il Centrodestra ha chiesto le dimissioni dell’assessore Tedesco, ma il presidente Vendola continua a proteggerlo, dimenticando tutte le promesse sulla “Puglia migliore”, profferite in campagna elettorale.Alle 10 i giovani della Casa delle Libertà saranno davanti alla sede del Consiglio regionale pugliese (estramurale Capruzzi, dietro la stazione) per manifestare durante la seduta del Consiglio regionale, chiedendo le dimissioni dell’assessore Tedesco.



4 ottobre 2007

Megatruffa al Comune di Barletta

 Indagati un Dirigente del Comune e due impiegati.In 51 hanno dichiarato di avere un reddito familiare basso (pari allo zero) per usufruire di sussidi finalizzati al pagamento di affitti!
leggi la notizia dal sito della Gazzetta del Mezzogiorno: http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/quotidiano/gazzetta_edicolanav.asp




permalink | inviato da luigicurci il 4/10/2007 alle 18:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 ottobre 2007

AZIONE STUDENTESCA BARLETTA

 NASCE IL BLOG DI AZIONE STUDENTESCA BARLETTA

Volantino Tesseramento


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Azione Studentesca Barletta

permalink | inviato da luigicurci il 4/10/2007 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 settembre 2007

Allarme Grigio Topo nel liceo scientifico "C.Cafiero" di Barletta

da  www.agbarletta.ilcannocchiale.it


Ottimo inizio della settimana per gli alunni del liceo scientifico "C. Cafiero" di Barletta, che lunedì 24 Settembre sono stati impossibilitati a svolgere regolarmente l'attività didattica a seguito del ritrovamento di un ratto morto nei bagni della scuola e ormai in stato di decomposizione.
Ad attirare l'attinzione infatti, è stata proprio l'aria putrefatta proveniente dal bagno.
Si presume che questo sia uscito dai condotti fognari in fase di rifacimento nella zona e che si sia rifugiato nella struttura durante il fine settimana, quando la stessa è chiusa.
Il ratto può essere affetto da oltre 30 malattie trasmissibili all'uomo, ma questo non ha impedito certo al preside del liceo in questione di assumere il ruolo di protagonista anche in questa vicenda, dopo le ormai note dichiarazioni riguardo all'uso di cannabis, per rendere + sensibili lo studente alla cultura.
Tentando in tutti i modi di sviare l'attenzione su quello che era il punto centrale della vicenda, il preside si rifiutava di richiedere l'intervento degli operatori ASL per disinfestazione dell'intera struttura, sminuendo la gravità dell'avvenuto, addirittura addossando la responsabilità agli studenti ignari.
Questo è l'ulteriore esempio dello stato di degrado in cui versa ormai da sette anni il liceo scientifico "C.Cafiero" di Barletta a seguito della disinteressata e "particolare" gestione che la caratterizza.

AZIONE STUDENTESCA BARLETTA
 




 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. liceo scientifico

permalink | inviato da luigicurci il 28/9/2007 alle 2:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


26 settembre 2007

Dal Gruppo Consiliare di AN

  RESOCONTO POLITICO CONSIGLIO COMUNALE DEL 24 E 25 SETTEMBRE 2007

Sono stati votati a scatola chiusa dalla maggioranza di centro-sinistra che sostiene il Sindaco Maffei le variazioni di bilancio e gli equilibri di bilancio che prevedono per il Comune di Barletta maggiori spese correnti, l’utilizzo degli avanzi di amministrazione per circa 733.000 euro per spese di investimento di poco valore, minori entrate in quanto la lotta all’evasione fiscale messa in campo nei mesi scorsi dall’Amministrazione comunale non sta dando i risultati sperati e previsti in sede di bilancio di previsione 2007.
Sono stai invece bocciati i quattro emendamenti presentati dal centro-destra che prevedevano l’utilizzo degli avanzi di amministrazione per la costruzione di una piscina comunale coperta, l’utilizzo di 20.000,00 euro per il potenziamento del trasporto pubblico urbano, l’utilizzo di 10.000,00 euro per l’acquisto di sussidi didattici in favore dei portatori d’handicap e per ultimo il reperimento di 110.000,00 euro da destinare al personale della Polizia Municipale per prorogare il contratto ai 15 Operatori di P.M. assunti il 1° luglio ed in scadenza di contratto.
Peccato che la maggioranza di centro-sinistra non abbia colto l’occasione per migliorare le condizioni della nostra città, hanno preferito rigettare gli emendamenti migliorativi e propositivi del centro-destra, non curanti degli interessi dei portatori d’handicap e dei giovani operatori di P.M. che attendono risposte alle aspettative.
Non solo questo è accaduto in Consiglio, la votazione prevista per l’elezione del Vice Presidente vicario del Consiglio Comunale ha riportato un risultato anomalo che ha fatto sudare freddo il Sindaco Maffei, infatti il candidato Nasca del centro-sinistra ha ottenuto solo 19 voti su 27 disponibili della maggioranza mentre il consigliere Pino Rizzi in rappresentanza dell’opposizione ha ottenuto 15 voti su soli 7 disponibili del centro-destra. Con questo si capisce come l’insofferenza del centro-sinistra è ancora molto forte, la maggioranza che sostiene il Sindaco si scioglie facilmente come neve al sole, ma è importante sottolineare che quanto accaduto ieri è un segnale lanciato al Sindaco Maffei in previsione del prossimo consiglio comunale convocato per il 1°ottobre per discutere della problematica 167.



25 settembre 2007

Comunicato di Azione Studentesca BAT

 

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: Aperta la campagna tesseramento di Azione Studentesca con le assemblee studentesche nei comuni della Bat.

Il coordinamento provinciale di Azione Studentesca prevede importanti iniziative nei comuni della sesta provincia nel mese di ottobre: dalle riunioni e assemblee studentesche in ogni comune, alla campagna tesseramento per tutti gli studenti che condividono una scuola che si sdogani dalle catene culturali imposte dalle fallimentari ideologie comuniste, a favore una cultura libera che riparta dalle verità storiche che ancor oggi sono volutamente nascoste. Chi condivide i principi di AS si riconosce nei valori della Patria, dell’Onore, della difesa della vita da qualsiasi tipo di droga, della famiglia. Poter condividere insieme con altri studenti uno stile di vita; essere in una comunità di ragazzi che sanno vivere la vita giorno per giorno, che sanno distinguersi con lo sport, la cultura, l’ambiente, la vita di Comunità contro la nullafacenza, l’alcool, la droga, le canne.

Le scuole hanno bisogno di ragazzi in gamba che sappiano difendere la libertà culturale e i diritti degli studenti, a cominciare dal caro- libri e dall’incolumità degli studenti stessi che seguono le lezioni in strutture pericolanti; ragazzi “intelligenti” pronti a far proposte prima di protestare, perché non hanno bisogno di marinare la scuola.

Il coordinamento invita tutti gli studenti delle scuole superiori che volessero essere protagonisti di Azione Studentesca nella loro città, a contattare il numero 340 1202235 o scrivere a bat@azionestudentesca.it, per poter partecipare attivamente alle assemblee che si terranno in ogni comune.

Trani, 25/09/2007

Davide Basso

Dirigente Prov. Azione Studentesca BAT




permalink | inviato da luigicurci il 25/9/2007 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 settembre 2007

Si parte con 500 firme (in sole 3 ore),ma è solo l'inizio!

 da www.agbarletta.ilcannocchiale.it 

Raccolta di firme nel quartiere Borgovilla per protestare contro la chiusura dello sportello anagrafe della zona

Non poteva iniziare meglio la nuova stagione politica di Azione Giovani Barletta e di AN Barletta, che ritornano in piazza dopo la pausa estiva per protestare con una  petizione popolare contro la chiusura dello sportello anagrafe sito in via A.Bruni (quartiere Borgovilla).
Un tema questo che tocca gli abitanti del quartiere, i quali dal 1 Settembre si sono visti chiudere il proprio ufficio anagrafe dopo quello di Via D.Alighieri nel 2004.
Un'altro colpo basso da parte dell'amministrazione barlettana di centrosinistra per le periferie che rischiano di cadere nel degrado, prive ormai di ogni servizio.
Importante è stata la risposta della gente accorsa per dare il proprio apporto, chiedendo che venga riaperto l'ufficio in questione.
Di seguito le foto dell'iniziativa...









Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. borgovilla ufficio anagrafe

permalink | inviato da luigicurci il 17/9/2007 alle 12:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


14 settembre 2007

Petizione per salvare l'ufficio anagrafe di via Achille Bruni

 

       
CIRCOLI TERRITORIALI

CI AUMENTANO LE TASSE

MA

CI RIDUCONO I SERVIZI

Dopo che nel 2004 hanno chiuso l’ufficio anagrafe di via Dante Alighieri,ora ne chiudono un altro in via Achille Bruni!!!

CON LA SINISTRA LE PERIFERIE SONO SEMPRE PIU’ ABBANDONATE!!!

Sabato 15 settembre ti aspettiamo dalle ore 10 alle ore 13 in via Achille Bruni (presso il mercato comunale coperto) per firmare la petizione popolare per tenere aperto l’ufficio anagrafe!

www.agbarletta.ilcannocchiale.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anagrafe periferia Borgovilla Patalini

permalink | inviato da luigicurci il 14/9/2007 alle 11:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


11 settembre 2007

Campagna tesseramento 2007

  



Venerdì 14 settembre p.v. alle ore 19 Alleanza Nazionale incontra iscritti, simpatizzanti ed amici presso la sala jolly del Brigantino 2 a Barletta.
Interverranno l'On.Adriana Poli Bortone, Coordinatrice regionale di AN, i Consiglieri regionali Sergio Silvestris e Nino Marmo, il Sindaco di Trani Pinuccio Tarantini, i consiglieri comunali Pino Rizzi e Dario Damiani, conclude l'avv.Carmine Di Paola.

Ti aspetto, non mancare. 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alleanza Nazionale Barletta

permalink | inviato da luigicurci il 11/9/2007 alle 11:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


11 settembre 2007

L'ennesimo scandalo dell'Università di Bari

 da www.lagazzettadelmezzogiorno.it
 
Bari - «Fino a 30mila €
per superare i test»
La GdF ha documentato l'esistenza di una organizzazione per un mercato clandestino di test nelle università di Bari, Ancona e Chieti. Coinvolto anche un docente universitario. E tra i finanzieri un maresciallo riesce quasi a superare le prove per la facoltà di medicina. In tutto 7 avvisi di garanziaUn sms e il gioco è fatto
Il rettore di Ancona: forse si è trattato di millantato creditoIl rettore di Bari: sono tranquillo, ma queste vicende amareggiano
Policlinico di Bari BARI - Fino ad 8.000 euro per frequentare un corso di preparazione con la garanzia di essere «assistiti» durante il test, e poi fino a 30.000 se effettivamente l’esame veniva superato. Tanto poteva costare, secondo quanto accertato dalla Guardia di Finanza, la prova di ammissione alla facoltà di medicina e odontoiatria nelle università di Bari, Ancona e Chieti. I finanzieri hanno documentato l'esistenza di una organizzazione composta tra l’altro da un docente universitario e da un dipendente amministrativo che ha provveduto a fornire ad almeno una cinquantina di studenti le risposte esatte dei test nel corso dell’ultima prova di ammissione che si è svolta il 4 e il 5 settembre scorso.
Gli investigatori hanno intercettato nel corso dello svolgimento della prova telefonate e sms, hanno filmato movimenti di persone che riuscivano a fare arrivare le domande dei test ad una vera e propria sala operativa dove i quesiti venivano risolti e inviati per sms o per telefono ai candidati.
L'organizzazione aveva fatto in modo da far iscrivere alla prova per ogni studente almeno una o più persone che lo avrebbero aiutato, ed aveva concordato anche la composizione delle aule.
Questo tentativo, almeno nell’università di Bari, è stato sventato grazie al rettore che, poco prima del concorso, ha deciso di ricollocare gli studenti in aula in base all’età.

FINANZIERI IN AULA, UNO QUASI SUPERA PROVA
Sono stati una ventina i militari della guardia di finanza che si sono mescolati tra i veri studenti durante lo svolgimento della prova di ammissione alla facoltà di Medicina e Odontoiatria dell’Università di Bari che si è svolta il 4 e il 5 settembre scorsi. Uno di loro, un maresciallo, per poco non ha superato il test, «e senza alcun aiuto», ha riferito un suo superiore.
Nel corso dello svolgimento della prova, malgrado gli accorgimenti presi dall’Università per blindare l’esame, studenti sarebbero riusciti a ricevere indicazioni sulle risposte grazie a persone che partecipavano alla prova solo per aiutarli e ai «gruppi di ascolto» che all’esterno ricevevano le domande e facevano arrivare le risposte per sms, o con una telefonata. Per aggirare i controlli le nuove tecnologie sono state sfruttate appieno: gli studenti si erano presentati con due telefonini, uno lo consegnavano all’ingresso, l’altro nascosto in tasche o persino nella biancheria intima consentiva di comunicare con l’esterno attraverso auricolari e altri strumenti con tecnologia 'bluetooth'.

DA ESAMOPOLI AI CONCORSI PILOTATI
Professori, bidelli e impiegati della facoltà di economia che vendono gli esami agli studenti; noti cardiologi nazionali che fanno vincere ai propri collaboratori i concorsi per docenti di cardiologia; professori di medicina interna che danno vita ad un’associazione per delinquere per far vincere i concorsi ai propri favoriti.
Sono i fatti su cui s'indaga in tre soltanto delle indagini più importanti che la procura di Bari ha in corso sull'università di Bari, oltre a quella sui test di ingresso alla facoltà di medicina e odontoiatria delle università di Bari, Ancona e Chieti che oggi è sfociata con sequestri, perquisizioni e la notifica di sette avvisi di garanzia.
L'indagine più nota, e che promette sviluppi, è quella sulla compravendita di esami alla facoltà di economia. I carabinieri del Reparto operativo di Bari hanno anche stilato il tariffario a cui dovevano attenersi gli studenti: 500 euro per gli esami più facili, 2-3.000 per i più difficili e 15.000 euro per acquistare un pacchetto di esami compresa la tesi di laurea.
Secondo i militari, il giro d’affari era vorticoso, circa 50.000 euro in otto mesi). Nell’indagine sono indagate 24 persone: undici per associazione per delinquere finalizzata alla concussione, alla corruzione (anche gli studenti) e alla rivelazione del segreto d’ufficio.

Che cosa si può aggiungere?Tutto sulle spalle di noi poveri studenti e il fenomeno non è sicuramente circoscritto alle facoltà di Medicina ed Economia!Una "palude" che stagna tutto ciò che si trova intorno!Spero che il Ministero faccia chiarezza...ma se non inizia a saltare qualte testa prestigiosa l'Università di Bari continuerà ad essere l'emerita porcheria che è!

L'intervento di Donzelli (Pres.Naz. AU)

10/09/2007
UNIVERSITA': DONZELLI (AU), TEST ESEMPIO DI SISTEMA MARCIO

Roma -"Non ci stupiscono le indagini sui test di medicina di Bari, Chieti e Ancona. L'Università italiana purtroppo è la negazione della meritocrazia e della
trasparenza. Il sistema accademico è un feudo dove le baronie agiscono come
lobby di potere. Il merito, la qualità e la trasparenza sono estranei alla selezione dei professori da decenni, non ci stupisce che lo siano anche nella selezione degli studenti". E' quanto dichiara il presidente di Azione universitaria, il movimento studentesco di An, Giovanni Donzelli, a commento dell'indagine della magistratura di Bari su presunti illeciti nei test di medicina del capoluogo pugliese, di Chieti e Ancona.
"Non vorremmo però - ha continuato il leader di Au - che la sinistra massimalista approfittasse dell'occasione per mettere in discussione la selezione meritocratica all'interno dell'Università. Aprire facoltà come medicina a tutti eliminando il numero programmato, sarebbe una cura peggiore del male oltre che impossibile per la vigente normativa europea - spiega Donzelli - in Italia non ci sono nè le strutture nè gli sbocchi professionali per permettere di laurearsi in medicina a tutti gli studenti che lo desiderano. E' giusto - conclude Donzelli - che diventino medici solo i più bravi".


Fonte : Ufficio Stampa




permalink | inviato da luigicurci il 11/9/2007 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


11 settembre 2007

Comunica di Azione Giovani Canosa di Puglia

La comunità militante dei giovani di Alleanza Nazionale di Canosa ha inteso organizzare una sequela di manifestazioni concernenti l'annoso problema della SP 231. I ragazzi di azione giovani hanno collocato sul ponte che precede l'incrocio che porta a Potenza, uno striscione il cui contenuto rammenta al Presidente della provincia Vincenzo Divella l'impegno da lui assunto, al fine di porre in essere interventi, entro la fine del 2007, sul tratto di strada della SP 231 che costeggia Canosa, in passato, teatro di numerosi incidenti che hanno visto perire nostri concittadini.
"La mobilitazione, dichiara Vincenzo Santoro presidente dei giovani di AN, ha lo scopo di sensibilizzare la collettività cittadina a che non rimanga indifferente allo stato di abbandono in cui versa la SP 231. E' solo la prima, continua Santoro, di una serie di iniziative concernenti questo problema."





permalink | inviato da luigicurci il 11/9/2007 alle 11:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 agosto 2007

Interrogazione del Gruppo di AN circa lo sportello anagrafico di via Achille Bruni

 

interrogazione chiusura sportello anagrafe Via A.Bruni

 

AL SINDACO DEL COMUNE DI BARLETTA
ING.NICOLA MAFFEI

OGGETTO: interrogazione urgente (art.41 regolamento C.C.).

Premesso che
la città di Barletta da diversi anni si è dotata di sportelli anagrafici decentrati ubicati nelle tre Circoscrizioni comunali;
tale servizio decentrato risulta essere molto utilizzato dai nostri cittadini che quotidianamente si recano presso i diversi sportelli per il disbrigo di pratiche anagrafiche;
lo sportello decentrato ubicato presso il mercato coperto di Via Achille Bruni è stato il primo ad essere aperto e serve il quartiere più popolato della città di Barletta;
nel mese di Luglio il Comune ha comunicato agli utenti che tale sportello resterà chiuso fino al 31 agosto;

                                          si interroga il Sindaco

per sapere quali motivazioni hanno spinto l’Amministrazione comunale a decretare la chiusura per due mesi dello sportello anagrafico di Via Achille Bruni, con gravi disagi per gli utenti quotidiani della zona;
per sollecitare una immediata riapertura dello stesso evitando per il futuro che un quartiere così grande ed importante venga tagliato fuori dall’utilizzo di un servizio pubblico.

Condivido pienamente i contenuti dell'interrogazione dei Consiglieri Pino Rizzi e Dario Damiani!Voglio inoltre ricordare che la Circoscrizione Borgovilla-Patalini,la più popolosa della città,ha già visto chiudere nell'estate 2003 l'ufficio anagrafico di via Dante Alighieri.Con la chiusura dello sportello di via A.Bruni i cittadini della nostra circoscrizione resterebbero sprovvisti di servizi!Sarebbe l'ennesimo atto di indifferenza nei confronti delle periferie...sempre più abbandonate!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Anagrafe periferia Borgovilla Patalini

permalink | inviato da luigicurci il 22/8/2007 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 agosto 2007

Piazza Federico di Svevia:uno scandalo in comproprietà!

Innanzi tutto chiedo scusa se non discuto tempestivamente sull'argomento.Purtroppo lo scempio di Piazza Federico di Svevia si è perpetrato durante la mia permanenza in Sardegna e ne ho avuto conoscenza solo al mio rientro a Barletta.Prima di parlarne ho preferito vedere coi miei occhi quel che è successo!
Passare ieri con la mia macchina sul quell'asfalto che ha coperto secolari basolati mi ha straziato il cuore!E' assurdo che in altre città d'Italia si lavori per recuperare strade storiche mentre a Barletta si cancellano i segni della nostra storia ed esistenza con una disgustosa e rivoltante passata di asfalto e bitume!
Per spiegare a chi non ricorda e per chi non è barlettano esponiamo i fatti:
 - 2004,inizio lavori per il rifacimento di Piazza Federico di Svevia (detta anche Piazza S.Antonio)
 - Importo del progetto stanziato la bellezza di 500'000 €
 -
2005 consegna dei lavori
Non sono questi numeri campati in aria.Sono tutti riportati dalla rivista "propagandistica" del Comune "Prima Pagina Barletta".Ecco il link per la dimostrazione :http://www.comune.barletta.ba.it/retecivica/magazine/
La piazza,costata 500'000€ e quindi 1 miliardo di vecchie lire,è uno dei tanti esempi del PESSIMO lavoro della Giunta Salerno,uno dei tanti sprechi di denaro pubblico che unico scopo hanno avuto di mettere all'ingrasso la lobby del mattone che regna incontrastata la nostra città!Perchè il lavoro è pessimo?Oltre al cattivo gusto architettonico il marciapiede è stato costruito in modo troppo elevato!Pensate che non si riuscivano ad aprire gli sportelli delle macchine parcheggiate intorno alla piazza;il marciapiede era talmente alto che tantissimi anziani e bambini son finiti per inciampare...
Nel 2007 arriva la fantastica soluzione.Ecco che Maffei diventa il "comproprietario" dello scandalo iniziato da Salerno.Per risolvere il problema del marciapiede che fa la Giunta?Alza la strada,è logico!E come lo fa?Ricoprendo con un altissimo strato di asfalto una strada con delle basole antichissime,una strada bella e preziosa insomma!
Morale della favola:Salerno,coadiuvato dall'Assessore Campese,getta via dalla finestra 1 miliardo di lire per fare una porcheria in termini di architettura,ingegnieria e buon gusto e di tutta risposta Maffei in un batter d'occhio cancella un simbolo secolare della nostra città!
Ma questo è solo un assaggio degli scempi realizzati dal centro-sinistra a Barletta!Sfogliando le pagine sul web di Prima Pagina Barletta del febbraio 2004,numero in cui la Giunta presenta i progetti e cantieri dei lavori pubblici,viene davvero da ridere!
Ecco la dimostrazione a distanza di 3 anni e mezzo di quanta demagogia e menzogna ha usato l'ex Sindaco Francesco Salerno e di come è facile screditarlo in vista del suo ritorno in politica (don Ciccio ambisce alla carica di Presidente di Provincia):
PALAZZETTO DELLO SPORT:lavori di adeguamento 500'000 €;conclusione lavori gennaio 2004.L'Assessore Campese con orgoglio annuncia la consegna di un palazzetto capace di ospitare 3500 spettatori,la cui struttura sarebbe diventata sede di eventi culturali e i cui ambienti del seminterrato sarebbero divenute sedi di associazioni cittadine!A 3 anni di distanza nulla di tutto questo!Il Palazzetto è stato utilizzato in 3 anni UNA SOLA VOLTA.A beneficiarne nessuna associazione sportiva!La struttura è stata usata per il concerto di Renato Zero.Dopo il concerto si sono accorti che la struttura era inagibile ed è ancora CHIUSA!MILIARDI BUTTATI!
L'Assessore Campese nel 2004 parlava ancora di "rifacimento di basolati",dichiarazione che oggi farebbe ridere visto lo scempio di Piazza Federico di Svevia!
RANDAGISMO DEI CANI:problema non risolto!
RIFACIMENTO VIA DUOMO E VIA NAZARETH:Lavori inutili!La pavimentazione risistemata,oggi è di nuovo traballante,basta fare una passeggia nei pressi del "Monte" per rendersene conto.
PIAZZA ALDO MORO (detta anche ROMA:) L'ex Assessore Tupputi promette una fontana per abbellirla (ed in effetti è orrenda).Sono passati 3 anni e mezzo e nessuna fontana si è vista.Addirittura oggi si parla di nuovi lavori per la piazza per creare dei parcheggi sotterranei.Ovvio che è una cosa utile ma non potevano pensarci prima visto che il rifacimento della piazza è costato 295'000€?
Cari amici riflettiamo!Di argomenti ce ne sono tantissimi ma il post inizia ad essere davvero troppo lungo!Voglio solo ricordarvi ancora un recente "scempio" e cioè quei reperti nei pressi alla Cattedrale lasciati scoperti!Una vergogna,lasciati ai cani e ai bambini che ci giocano pericolosamente dentro!
Meditate bene il vostro prossimo voto cittadino...



21 luglio 2007

Lettera aperta

  Con piacere pubblico la lettera inviatami da un camerata barlettano,Filomeno Porcelluzzi,lontano dalla nostra città per motivi di lavoro.La lettera è stata anche inviata al Sindaco di Barletta!
La lettera:

                                                                             C.P. 45 – 30135 VENEZIA 12

Alla C.A. Dott. Nicola Maffei

Sindaco Comune Barletta

E, p.c. Dott. Donato Capace

Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria

Via Trionfale 79/A 00136 ROMA

Generale Lionello Pascone

Coordinatore Nazionale

Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria

Via Trionfale 79/A 00136 ROMA

Redazione “Il Fieramosca” – Barletta

Oggetto : modifica insegna stradale “Via M.llo Francesco DiCataldo”

Egregio Signor Sindaco,

alla metà di giugno, complice forse il caldo torrido, ma non nascondo la voglia di ritornare nella “nostra” Barletta, trovandomi in Via Regina Margherita notavo con soddisfazione, un cartello stradale che intitolava una via laterale al Maresciallo Francesco DiCataldo.

Lei dirà se c’è soddisfazione non ci può essere lamentela.

Voglio precisare che la mia non vuol essere una lamentela, ma solo una precisazione, che spero trovi in futuro ampia divulgazione.

Come appartenente al disciolto Corpo degli “Agenti di Custodia”, oggi Polizia Penitenziaria, spero che all’attuale disattenzione si ponga rimedio, lo spero anche come barlettano, all’indicazione “Maresciallo Francesco Di Cataldo, Militare Barlettano 1926- 1978”, dovrà essere indicato il Corpo di appartenenza, la Polizia Penitenziaria, ma in primis dovrà essere segnalato che il Maresciallo Maggiore DiCataldo è stato vittima negli anni di piombo delle Brigate Rosse, e che nel 2004 il Capo dello Stato concedeva alla memoria la medaglia d’oro al valor civile.

Nota biografica – curata da Roberto Martinelli ( Polizia Penitenziaria)

Francesco Di Cataldo

Nato a Barletta il 20 settembre 1926, studi medi, maresciallo degli Agenti di Custodia.

Il 20 aprile 1978 a Crescenzago (MI), Francesco Di Cataldo, vicecomandante degli agenti di custodia del carcere di S. Vittore, dove svolgeva funzioni di tecnico radiologo presso il Centro Clinico, viene ucciso poco dopo le ore 7 in via Ponte Nuovo.

L’attentato mortale è rivendicato dalle brigate rosse – colonna Walter Alasia-Luca, prima con una telefonata all’ANSA, alle 7:35 dello stesso giorno e, successivamente, con un volantino, datato 20 aprile, recapitato alle redazioni milanesi dell’ANSA e della Repubblica il 21 aprile.

Nel volantino di rivendicazione le BR inquadrano l’omicidio nella campagna contro la riorganizzazione delle strutture carcerarie e del sistema penitenziario.

Nella prima parte, dedicata a Francesco Di Cataldo, si legge: “ … questo agente della controrivoluzione da sempre dirigeva il centro clinico del carcere e quindi era anche il principale responsabile di tutti gli assassini diretti e indiretti dei vari detenuti che, con la complicità dei medici sono stati archiviati come collassi, infarti, ecc., e responsabile delle condizioni mediche, assistenziali e igieniche del reparto, tutte disastrose. Come agente di custodia la sua vita è stata tutta dedicata alla distruzione ed al massacro dei compagni e dei proletari imprigionati” .

La cerimonia funebre partì alle ore 14.30 del 22 aprile dal carcere di San Vittore, vi parteciparono le massime autorità civili e militari, e si concluse nel cimitero di Lambrate.

Motivazione concessione Medaglia d’Oro al Valore Civile alla memoria:

“Uscito dalla propria abitazione per recarsi in servizio, veniva affrontato da due sconosciuti, appartenenti alle brigate rosse, che gli esplodevano sette colpi d’arma da fuoco, due dei quali lo colpivano alla nuca , uccidendolo all’istante. Vittima innocente della malvagità umana e luminoso esempio di dedizione al dovere portato fino all’estremo sacrificio, offrendo un luminoso esempio di estrema abnegazione e di silenzioso coraggio. Milano 20 aprile 1978” .

Riconosciuto “vittima del dovere” ai sensi della legge 624/1975 Ministero dell’Interno.

Signor Sindaco, i nostri giorni poggiano su fondamenta gettate da uomini che sono morti per regalarci l’unità, la democrazia del Paese e quegli uomini, in qualunque posto d’Italia, anche il più sperduto meritano rispetto.

Credo che la nostra città potrà dare molto di più per ricordare questo “Milite Ignoto”, da una strada di periferia ad un viale , ci si adopera per ricordare i morti altrui, dimenticando i propri, se non erro Sciascia diceva : “ il nostro è un paese senza memoria e verità, ed io per questo cerco di non dimenticare”.

I nostri caduti sono, per noi ma anche per la cittadinanza, fulgido esempio di senso del dovere, talvolta il loro sacrificio è stato sconosciuto, le chiedo di voler prendere in considerazione l’opportunità di sostituire l’intitolazione dell’attuale strada comunale alla memoria del Maresciallo DiCataldo , con una nuova intitolazione logisticamente individuata nel Lungomare di Ponente.

Mi permetto dunque di rivolgermi a Lei, Signor Sindaco alla luce delle sopra svolte considerazioni, se ritiene quanto mai opportuno, oltre che doveroso, pervenire ad un pubblico encomio per il tramite della intitolazione di una nuova strada cittadina alla memoria del Maresciallo della Polizia Penitenziaria Francesco DiCataldo, al fine di rendere omaggio al sacrificio dei tanti che si sono sacrificati nell’adempimento del dovere.Confido in una Sua risposta e porgo cordiali saluti.

Filomeno Porcelluzzi
(Vicesegretario Proviciale Sindacato Auotomo Polizia Penitenziaria Venezia) 




permalink | inviato da luigicurci il 21/7/2007 alle 1:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 luglio 2007

Un ritorno

In una conferenza stampa presso il lido "La Playa" alla presenza del Coordinatore Regionale di AN On.Adriana Poli Bortone,del Presidente Provinciale di AN Sergio Silvestris,del Presidente di AN Barletta Nicola Priano e dei Consiglieri Comunali Pino Rizzi e Dario Damiani,l'Avv.Carmine Di Paola,già candidato sindaco del centrodestra negli anni '90,ha annunciato il suo rientro nel Partito dopo una parentesi nel movimento di Alessando Mussolini "Alternativa Sociale".
Una icona della destra barlettana sin dai tempi dell'MSI torna nel luogo unico e naturale di uomo di destra:Alleanza Nazionale!
Già da mesi,grazie alla dirigenza locale,al guppo consigliario e ai militanti di Azione Giovani,Alleanza Nazionale ha iniziato una fase di rilancio e di riavvicinamento ai cittadini ripercorrendo le strade di un dialogo diretto nelle piazze e non!Con il ritorno di uomo di alto spessore politico e non come Carmine Di Paola sicuramente questa azione di rilancio sarà rinvigorita.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. AN Barletta Alleanza Nazionale

permalink | inviato da luigicurci il 19/7/2007 alle 22:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


13 luglio 2007

Conclusosi il Congresso Regionale di An

Era scontato:Adriana Poli Bortone riconfermata Coordinatore regionale.Dalla sua i dati elettorali e la decennale storia di militanza!Contro nessun'altra alternativa valida e di stesso carisma!
Nonostante la candidatura unica il Congresso è stato dinamico.Complessivamente una trentina gli interventi,un sereno confronto anche quando si dichiaravano posizioni contrarie!
Fattivo,propositivo e di alto profilo politico e programmatico il documento presentato da Azione Giovani,sottoscritto dalle Federazioni di Bari (compresa AU),di Barletta,di Brindisi e Lecce.Un documento insomma di "quasi" unanimità apprezzato dalla Poli e che ha raggiunto lo straordinario risultato di unire gli intenti della base militante di AG a prescinedere dalle differenze correntizie e territoriali!
La nota negativa è consistita nell'"effetto Storace"!Quattro i nomi di rilievo che sottoscrivevano il comunicato stampa con cui si dichiarava l'abbandono di An:On.Pinuccio Gallo (ex deputato),Sen.Ernesto Maggi (ex senatore),Sen.Biagio Tatò (ex Senatore del mio collegio) e Paolo Agostinacchio (ex Sindaco di Foggia).Conclusione?Il nuovo partito di Storace è il partito degli "ex"!!!Sempre più evidente che la spaccatura non sia ideologica (anche perchè l'amico Pinuccio Gallo,di tradizione democristiana,non è certamente più a destra di me o di chi è come me) ma dettata da maldipancia e motivazioni personali!
Ripeto comunque che Fini aveva il dovere di evitare questa spaccatura e che una volta avvenuta doveva cercare di ricucirla...ma l'operazione Storace mi lascia sempre più perplesso.L'"anti-finismo" nasce,chissà perchè,solo quando non si ricoprono più blasonati incarichi...




permalink | inviato da luigicurci il 13/7/2007 alle 21:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


12 luglio 2007

Domani AN Puglia a Congresso.

Dalle ore 9,30 a Bari,presso Villa Romanazzi Carducci,Alleanza Nazionale di Puglia sarà chiamata a votare il Coordinatore regionale e i membri del coordinamento regionale...o almeno dovrebbe!
E' positivo che per la prima volta i massimi organi dirigenti regionali si eleggano congressualmente (fino ad ora il Coordinatore era di nomina del Presidente nazionale) ma restano forti le perplessità!
Il Coordinatore uscente,l'on.Adriana Poli Bortone,al 99,99% sarà riconfermata nel suo ruolo in quanto unica (e visto il curriculum anche ottima) candidata!
Nonostante il congresso quindi nessuna tesi alternativa,nessuna candidatura,niente di niente.Dibatteranno su cosa i delegati (tra cui ci sono io)?
Come dovremo leggere questa candidatura unica?Eccesso di armonia nella mia Regione o mancanza di corraggio ad opporsi?Conservo per me la mia sensazione...




permalink | inviato da luigicurci il 12/7/2007 alle 14:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 luglio 2007

AG Canosa a congresso

Dopo 8 anni di ottima presidenza dell'amico e camerata Marco Milanese,il circolo di Azione Giovani  di Canosa celebrerà in data 14 luglio il passaggio di consegna della presidenza.
I lavori si terrano alle ore 18 presso la sezione di piazza Vittorio Veneto 12.




permalink | inviato da luigicurci il 12/7/2007 alle 14:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 giugno 2007

I MALESSERI DELL’AMMINISTRAZIONE

 Pubblico l'intervento di Cristian PIERRO,Capogruppo di AN nella Circoscrizione Santa Maria:

 

Mi corre l’obbligo morale di esprimere, con vero sgomento e incredulita’, le mie impressioni su quelle che dovrebbero essere le funzioni delle circoscrizioni in una citta’ che ne avrebbe davvero bisogno.La Circoscrizione nasce in teoria per snellire quello che e’ il problema reale quotidiano del cittadino, per fare in modo che quest’ultimo si senta piu’ vicino alle istituzioni, producendo istanze sui piu’ svariati temi e disservizi del proprio quartiere, ma purtroppo non e’ cosi’. Non e’ cosi’ per tanti motivi, uno su tutti quello che ancora oggi a distanza di oltre un anno i Presidenti delle Circoscrizioni, non hanno ancora ottenuto le deleghe, che  consentirebbero loro “forse” di realizzare e sviluppare con una vera azione politica tutto quello che serve per migliorare il nostro quartiere. Nei consigli di circoscrizione,  e lo dico con vero rammarico, noi consiglieri partecipiamo, sia pure in maniera saltuaria, con la consapevolezza di perdere il nostro tempo a discapito di quei cittadini che con il loro voto ci hanno dato fiducia, affinche’ facessimo qualcosa di serio e per far si che in qualche modo il quartiere “S.Maria” fosse reso piu’ vivibile sotto tutti gli aspetti.Invece no!!!

Il Sindaco e la sua amministrazione di sinistra continuano a fare riunioni di maggioranza per quadrare un cerchio che diventa sempre piu’ rotondo con il passare dei mesi, non rendendosi conto che la citta’ e’ allo sbando piu’ totale con i suoi innumerevoli problemi di sempre.Siamo di fronte ad un’amministrazione che in oltre un anno di gestione e’ stata capace soltanto di raddoppiare l’indennita’ dei consiglieri comunali, aumentare la tassa IRPEF, e rendere impossibile,attraverso una serie di ordinanze da Terzo Mondo, la vita lavorativa di tutti quei locali notturni che dovrebbero fare di  Barletta un POLO TURISTICO,solo perche’ nel centro storico abita qualche personaggio politico a cui da fastidio il brusio di una citta’ che vuole vivere.”BARLETTA POLO TURISTICO” questo e’ stato il motto che ha accompagnato tutta la campagna elettorale del nostro sindaco, ma ad oggi bisogna tristemente rendersi conto di vivere in una’ citta’ dove di turistico non c’e’ nulla , anzi ci sono tutte le limitazioni necessarie che portano i barlettani ad invadere ed arricchire le limitrofe citta’ per soddisfare i loro bisogni di svago e divertimento.Siamo alla vigilia di una stagione estiva che si presenta ancora una volta con le solite spiagge disastrate, con il solito mare inquinato e con i soliti cittadini, che se pur stanchi di subire il susseguirsi di queste amministrazioni ridicole e incapaci di produrre un qualunque atto politico, continuano come sempre a premiare una classe politica che in questa citta’ fa della stessa una professione ai soli fini personalistici. La politica da quello che mi sta insegnando il mio partito e’ una cosa nobile e seria e la si fa per realizzare progetti e opere pubbliche importanti per il bene comune e la si fa anche per una questione di orgoglio personale. Se viene a mancare questo il politico serio, vedi il dott. Pinuccio Tarantini a Trani, si dimette e rimette il mandato nelle mani di 76 mila anime innocenti!!!

 

                                                               Cristian Pierro

                                             Capogruppo di Alleanza Nazionale

                                                   Circoscrizione “S.Maria”.                    




permalink | inviato da luigicurci il 25/6/2007 alle 20:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 giugno 2007

Margherita contro Margherita

Ieri la Circosrizione S.Giacomo-Sette frati a Barletta ha cambiato il suo Presidente dopo appena un anno dalle votazioni.All'ex Presidente Angela Lanotte (Margherita) è succeduto Ruggiero Rizzi (Margherita).Quest'ultimo ha conseguito nella votazione 10 voti (tra cui quelli del centro-destra) contro i 3 dell'ex Presidente.
Margherita contro Margherita quindi...nella speranza che finalmente si inizi ad amministrare il quartiere!




permalink | inviato da luigicurci il 20/6/2007 alle 21:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


20 giugno 2007

An e Ag Barletta "Cambiare Barletta si può!"

La Destra barlettana lancia la sfida al centro-sinistra.Alle politiche di "distruzione" della città ormai portate avanti ininterrottamente da 13 anni dal centro-sinistra locale,si propongono alternative amministrative volte alla risoluzione dei veri problemi dei cittadini.ASL,aumento delle tasse comunali,politiche abitative,disagi sociali e gestione della nascita della nuova Provincia:questi sono stati i temi che il Presidente del Partito l'Avv.Nicola PRIANO e i Consiglieri Comunali Pino RIZZI e Dario DAMIANI hanno affrontato elencandone prima i disagi che il centro-sinistra ha creato e in un secondo momento presentando le nostre proposte in merito.
"Creare un'alternativa che sia di Governo durante questi 5 anni di opposizione".questo invece il messaggio del Consigliere Regionale e Presidente Provinciale di AN Sergio SILVESTRIS.E' intervenuto anche il Senatore Biagio TATO' ed il Sindaco di Trani Pinuccio TARANTINI il quale ha portato la sua testimonianza di come il centro-destra possa con più moralità,con più efficacia,con maggiore risoluzione dei problemi,governare una città rispetto al centro-sinistra!
E' stato anche proiettato il filmato creato da Azione Giovani (che potete trovare alla vostra sinistra).
Ringraziamento è volto ai numerosissimi cittadini convenuti e agli amici del centro-destra presenti in platea in particolare i Consiglieri Comunali Carlo DIBELLO (Tutti insieme per Barletta) e Antonio LUZZI (Forza Italia) e del segretario del PLI PEDICO.
Curiosa la presenza di alcuni esponenti del centro-sinistra locale.




permalink | inviato da luigicurci il 20/6/2007 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 giugno 2007

Appuntamento

                            

CIRCOLO TERRITORIALE DI BARLETTA

martedì 19 giugno 2007
alle ore 19,00
presso la Sala Consiliare del
Comune di Barletta

CONVEGNO SUL TEMA:
CAMBIARE BARLETTA SI PUO'!!!

Intervengono:
Avv.Nicola Priano    Presidente Circolo AN
Dott. Dario Damiani    Cons.Comunale AN
Sig.Pino Rizzi    Capogruppo Consiliare AN
Sen.Biagio Tatò    già Senatore di AN
Dott.Pinuccio Tarantini    Sindaco di Trani

Conclude:
Dott.Sergio Silvestris    Presidente Provinciale AN

LA CITTADINANZA E' INVITATA

Sarà possibile firmare i moduli per il referendum ed inoltre sarà proiettato e distribuito con cd-rom il filmino ideato e creato da Azione Giovani Barletta sui disagi della Città!




permalink | inviato da luigicurci il 15/6/2007 alle 1:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


8 giugno 2007

Predicano bene e razzolano male

     Un mesetto fa il Sindaco Maffei aveva portato la sua Giunta da 10 a 12 Assessori.Oggi la Gazzetta del Mezzogiorno,alla pagina dedicata alla cronaca di Barletta,pubblica una notizia "politicamente inquietante"!A causa dell'ennesima crisi di maggioranza gli Assessori passeranno da 12 a 14.Il cronista parla di una fuoriuscita della Rosa nel Pugno dalla maggioranza e della sostituzione dei suoi due Assessori con rappresentanti dei Verdi e Rinnovamento Puglia a cui si aggiungono gli "Assessori premio" per "I Socialisti"!Dovrebbe avere problemi con la maggioranza anche l'Italia dei Valori il cui Consigliere Comunale,Dott.Filannino,è l'ex Presidente del Consiglio destituito con un colpo di mano alcune settimane fa!
Molto più e peggio quindi dell'applicazione del manuale Cencelli!Qui siamo alla "non politica" di una Giunta che NON HA FATTO NULLA se non muovere le pedine tra i banchi istituzionali.
Insomma la sinistra in televisione,per voce soprattutto di chi dovrebbe aderire al Partito Democratico,parla di riduzione dei costi della politica.Lo fanno loro che aderiscono al Governo più numeroso della storia repubblicana (105 tra Ministri,vice Ministri e Sottosegretari).Una cattiva "razzolata" insomma,fortificata in ogni ente locale che governano...e Barletta ne è piena dimostrazione.
Maffei (in quota Margherita e quindi Partito Democratico) è uno dei tanti responsabili della moltiplicazione delle poltrone e quindi di aumento vertiginoso dei costi della politica...e purtroppo l'aumento degli incarichi è sempre inversamente proporzionale alla buona amministrazione!



25 maggio 2007

Piazza piena per il comizio di Fini














In perfetta puntualità alle ore 17 a Piazza Quercia a Trani il Presidente di ALLEANZA NAZIONALE Gianfranco Fini ha dato inizio al suo comizio!Dopo l'introduzione del Presidente Provinciale Sergio Silvestris e l'intervento di un emozionatissimo Pinuccio Tarantini (il candidato Sindaco di Trani),Fini ha dato il via al suo discorso durato 55 minuti!
Tanti i passaggi,dalla politica locale a quella nazionale,dai temi etici ai temi economini...un Presidente apparso in grande spolvero.Il tutto si è celebrato nella bellissima cornice del porto di Trani e in un autentico bagno di folla (nonostante l'orario e l'altissima temperatura).Cittadini e militanti,non solo tranesi,sono accorsi per abbracciare il Presidente Fini e per manifestare il loro più profondo affetto a Pinuccio Tarantini e alla sua battaglia.
Riconquistare Trani e continuare l'ottima azione di governo del primo mandato Tarantini rappresenta molto per il Partito e per tutta la Sesta Provincia!
In bocca al lupo Pinuccio ed in bocca al lupo a tutti i candidati di Alleanza Nazionale e delle liste che sostengono questa candidatura!
Speriamo di poter ottenere un risultato positivo a Trani,Canosa e S.Ferdinando!






permalink | inviato da il 25/5/2007 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


13 maggio 2007

Banchetti a Palazzo della Marra

  Oltre ai 10 mesi di perfetta inoperosità,questa Amministrazione Comunale si macchia anche di gaffe istituzionali da dilettanti allo sbaraglio!
Nella scorsa settimana la Banca Carige ha illustrato ai suoi clienti a Barletta (nella Sala Rossa del Castello Svevo) il suo piano per il TFR!Fin qui nessun problema.
A termine del convegno la stessa banca ha offerto ai suoi clienti una visita a Palazzo della Marra che in questo periodo ospita una delle più importanti mostre in Italia e cioè una mostra di De Nittis,Zandomeneghi e Renoir;anche fin qui tutto pacifico!
Ciò che è insostenibile è che il Comune abbia concesso l'autorizzazione ad offrire agli ospiti un buffet...insomma hanno banchettato in un Palazzo artistico che ospitava quadri di inestimabile valore!
L'Amministrazione sminuisce ma questo banchetto NON SI POTEVA FARE,non ci sono alibi!Il Palazzo,di recente restaurazione (dopo quasi 30 anni) non ha ancora a sua disposizione una sala per "eventi ricreativi".Ciò è gravissimo,specie se è un errore reiterato visto che medesimo cattivo uso del Palazzo è stato fatto l'anno scorso quando il Palazzo ospitava la mostra del Tissot;per non parlare dell'increscioso precedente durante il "Convegno Aislo",quando l'allora Sindaco Salerno autorizzò un "banchetto" nella sala dedicata alla memoria dei caduti durante la resistenza (insomma si festeggiò in una sala in cui si ricordavano dei caduti!).
Insomma la solita canzone...gli amici degli amici hanno dei privilegi!Mi chiedo se,sborsando gli stessi soldi della Banca Carige,qualcuno possa offrire all'interno di Palazzo della Marra un aperitivo agli amici o festeggiare il suo compleanno:VERGOGNA,per l'ennesima volta




permalink | inviato da il 13/5/2007 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 maggio 2007

La nuova giunta a Barletta

La "super" maggioranza del centrosinistra barlettano (lo ricorderò fino alla nausea,31 consiglieri su 40)  dopo un affanittissimo anno fatto di lottizzazioni,aumenti di stipendi,aumenti di tasse e svendita di beni artistici finalmente ha ridato una Giunta alla nostra città (che è mancata per tre settimane).
La nuova Giunta passa da dieci e dodici Assessori (2 stipendi in più quindi da pagare) e conferma la presenza di "un papà" ed un "genero" di due Consiglieri Comunali.
Insomma...lo "schifo" continua ed è per questo che ne approfitto per rinnovare ancor più vigorosamente l'invito a partecipare al
COMIZIO DEL CENTRODESTRA
ORE 19:30 PIAZZA ROMA

      
     





permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 1:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     dicembre       

 

Francesco Ventola Presidente - L'uomo della provincia

   FRANCESCO VENTOLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA BARLETTA - ANDRIA - TRANI

  


Profilo Facebook di Luigi Curci 

MI PRESENTO::
Sono Luigi,ho 27 anni,sono barlettano,
laureando in giurisprudenza presso l'Università degli studi di
Bari.Dopo aver fatto politica
a livello studentesco,ho
aderito ad AZIONE GIOVANI nel settembre 2000
divenendone immediatamente un attivo militante;dopo
 poco mi sono iscritto ad ALLEANZA NAZIONALE.Nel
maggio 2002 mi sono candidato alle elezioni per il
rinnovo del Consiglio di Circoscrizione (Circ.
Borgovilla-Patalini) venendo eletto con 163 preferenze
(primo della lista) e ricevendo dalla Segreteria di Partito
la nomina di capogruppo(mandato decaduto nel maggio 2006).
Dal novembre 2005 sono dirigente provinciale di Azione
Giovani con incarico al Dipartimento Cultura.Dal gennaio
2006 Presidente cittadino di AREA.
Dal dicembre 2006 Vicepresidente del Circolo Territoriale
di AN Barletta "X medaglie d'oro".
Dal settembre 2007 Commissario del Circolo Territoriale
di AG Barletta "Corrado Cardone".


   
   
Posta elettronica e contatto MSN:
luigicurci@fastwebnet.it


PROSSIMI APPUNTAMENTI:



 








 






Campagna anti troll


  





5 per mille

http://www.fondazionenuovaitalia.org/lafondazione/5x1000.php



 Una veduta di Via dei Fori Imperiali invasa dai manifestanti - Foto di Enrico Para



Azione Giovani per Barletta:filmato di denuncia sul degrado della nostra città
                


     

 

 

 

                foto:
(manifestazione a Roma del 2 dicembre 2006)

 

     




con Alemanno dopo l'inaugurazione della campagna elettorale a Barletta per le Politiche 2008



con Mantovano dopo un convegno a Barletta 








   
     

SU BOLOGNA VOGLIAMO
LA VERITA'.CIAVARDINI INNOCENTE!
http://altaforte33.altervista.org/


 


Fare Verde


                  

       
           FONDAZIONE NUOVA ITALIA


tit1


 



 (momenti di politica e militanza della Destra Sociale Barlettana)

 

            

 

 





(manifestazione a Roma del 13 ottobre 2007):





(manifestazione a Bari del 19 gennaio 2008)





 



 




 



                                                             
    
Googleilcannocchiale                                                                   

La rivista della Destra Sociale:

abbonamenti