.
Annunci online

  luigicurci [ SE CON L'ORO HANNO COMPRATO LA MIA CASA E LA MIA TERRA,LA MIA LIBERTA' SI PAGA CON IL SANGUE ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


VENTOLA PRESIDENTE DELLA BAT
Blocco IDENTITARIO
Nuova Italia Barletta
La web-TV di Nuova Italia BAT
NO DROGA
Caffè Nero
AG BARLETTA
Forum Idea Giovani
Alleanza Nazionale
Destra Sociale
Fondazione Nuova Italia
Azione Giovani
Azione Universitaria
Azione Studentesca
UGL
UGL Barletta
AZIONEfUtUrIsTa
AG Federazione Barletta-Andria-Trani
SAPPE
Fare Sicurezza
Fare Verde
La Destra - rivista sul web
L'ora della verità
Rock per la verità
Musica alternativa
Casa Pound
Cuori neri
10 febbraio
Posizione
Il Tricolore
Identità europea
L'Italiano
No Reporter
Family Pride
A destra del Giulivo
Il Giulivo -sito di satira
Barlettiamo
Barletta on line
Gianni ALEMANNO
Marcello DE ANGELIS
Alfredo MANTOVANO
Carlo FIDANZA
Roberto TUNDO
Paola FRASSINETTI
Barbara SALTAMARTINI
Oronzo CILLI
Simone SPIGA
Daniele CAROLEO
Beniamino SCARFONE
Alessandro AMORESE
Michela DANZI
Francesco SALLUSTIO
Daniele MAODDI
Federico MORETTI
Ulderico DE LAURENTIIS
Ardito
Angelo Raffaele MASTROPIERRO
Marco LATTANZIO
Claudio STELLA
Ruggiero GENTILE
Gioacchino MONTERISI
Roberto ALFATTI APPETITI
Giuseppe CALOGIURI
Anna GUARDASCIONE
Marco MILANESE
Ileana
Orpheus
VOLO
Pasquale RICCIO
Leo RICATTI
Dario DAMIANI
L'osservatore di Romano
A destra
Umberto DESIMONE
Ignazio CONI
AG Barletta
Azione Studentesca Barletta
AG Canosa di Puglia
AG Bisceglie
AN Mola di Bari
AG Acerra
AG Recale
AG Terra di mezzo Crotone
AG Giaveno
AG Brindisi
AG Roma Est
AG Firenze
AG Reggio Calabria
AG Polistena
AG Varese
AG Busto Arsizio
QENILDOR - Blog sull'Irlanda
Sardegna non conforme
Giù le mani dal gladio
BOLOGNA BUG
PZF451
Il Cammino Neocatecumenale
Info Cammino Neocatecumenale
Catechumenium
don Francesco FRUSCIO
ASD Barletta
Juventus F.C.
Drughi
Alessandro DEL PIERO
Libero
Corriere della Sera
Gazzetta del Mezzogiorno
Il Giornale
Ansa
Il Tempo
Michele GARRINELLA
Super Manu
Dario DIMASTROMATTEO
Blog Italia
Folklore barlettano

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


5 novembre 2008

Ottavi di finale. GRAZIE ALEX

Pensando ad un mese fa avrei pensato di prendere schiaffi oggi, e invece....


Real Madrid-Juventus: la lingua di Alex (Ap)

il capitano esce dal campo con gli applausi di tutto il Santiago Bernabeu. Real Madrid battuto. Juventus agli ottavi di finale con due turni di anticipo.

GRAZIE GRANDE CAPITANO




permalink | inviato da luigi curci il 5/11/2008 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


2 novembre 2008

Era doveroso un tributo

Era doveroso tributare la prodezza di Alessandro Del Piero, sempre più orgoglio dei tifosi juventini e patrimonio del calcio italiano. Non solo la grande punizione, ma una straordinaria prestazione, ormai l'ennesima...e quando tutto ciò avviene contro la Roma ha sempre un gusto particolare. Nonostante i 13 infortunati (tra cui Buffon, Camoranesi e Trezeguet) la Juve appare esserci. Speriamo bene

Ecco la punizione:

Del Piero ha sbloccato la partita con un gol dei suoi. Ap


Imparabile il tiro di Ale, una punizione pennellata nel sette: inutile il volo di Doni. LaPresse

Ap

Dopo il gol-gioiello, Del Piero va a raccogliere il premio dei tifosi: un vero boato per questo ennesimo capolavoro. LaPresse

LaPresse

E gli applausi finali a tutta la squadra:

E' finita con il pubblico dell'Olimpico in piedi a tributare un'ovazione alla più bella Juventus della stagione: 2-0  alla Roma in una serata da ricordare. Ap




permalink | inviato da luigi curci il 2/11/2008 alle 12:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


18 settembre 2008

La Juve è tornata!

 Mi affido alle immagini per manifestare la mia gioia:

La prima capriola di Del Piero: un'esultanza singolare per il capitano bianconero, messa in mostra dopo il gol contro lo Zenit San Pietroburgo (Ipp)


(G&G)

(Ipp)


(Ansa)



GRAZIE GRANDE CAPITANO!!!




permalink | inviato da luigi curci il 18/9/2008 alle 12:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


26 agosto 2008

La Juventus torna in Champions League

 Amauri festeggia la rete dell'1-1. LaPresse Dopo lo straripante 4-0 della gare d'andata a Torino, è bastato un pareggio per stendere il modesto Artmedia Bratislava e per riportare la vecchia signora del calcio italiano nel posto che meglio le compete, il salotto del calcio europeo, la Champions League. Vincerla sarebbe un improbabile sogno. Esserci è un giustissimo riconoscimento a questa società che in due anni ha saputo ricostruirsi e rilanciarsi a grandi livelli. Grazie Juve!




permalink | inviato da luigi curci il 26/8/2008 alle 22:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 luglio 2008

Poulsen è un giocatore della Juventus

   Il mercato era iniziato con il botto. L'acquisto di Amauri, il ritorno di Giovinco, Marchisio e De Ceglie e l'aver trattenuto Trezeguet e Zanetti dai rispettivi assalti di Barcellona e Bayern Monaco hanno entusiasmato i tifosi. Poi si sono create le aspettative su altri colpi di mercato. Arriva Knezevic e l'entusiasmo si affievolisce. Si rompe per l'ennesima volta Andrade e i tifosi ricordano il fallimentare mercato dello scorso anno...e poi arriva Poulsen. Altro che giocatore di qualità a centrocampo. Altro che salto di qualità! Arriva l'ennesimo mediano di rottura, arriva l'ennesimo giocatore muscolare.
C'è sicuramente amarezza tra i tifosi ma di questo acquisto a mio avviso vanno valutati tutti i pro e i contro.
Iniziamo dai pro. A mio avviso quando si parla di Poulsen non si parla di un calciatore "brocco"! Stiamo parlando di un calciatore che ha dimostrato il suo valore in diversi campionati e a livello internazionale. Le sue caratteristiche di "lottatore in mezzo al campo", qualche volta anche sopra le righe, sono delle caratteristiche calcistiche che io apprezzo tantissimo visto che stimo il calcio fisico. Penso che a differenza degli altri nomi che circolavano per il centrocampo juventino, Poulsen sia quello che meglio si riuscirà ad adattare al calcio italiano. Temo che Xabi Alonso (che comunque a mio avviso non vale 20 milioni di Euro più 3,8 milioni di stipendio annuale) avrebbe corso il rischio di non essere idoneo al nostro calcio e di fare la fine di tutti gli altri spagnoli approdati al nostro campionato (esempi più recenti sono Jose Mari e Javi Moreno).
Passiamo ai contro. Il prezzo. 9,8 milioni di Euro mi sembrano troppi per il suo cartellino. A questo punto si poteva acquistare per la stessa cifra Cigarini, facendo un investimento su un calciatore con maggiore qualità ma che comunque fin troppo giovane per segnare un forte miglioramento della squadra nell'immediato. Il contro è soprattutto sulle ripercussioni tattiche! Con Poulsen sicuramente la squadra non avrà quella fantasia che i tifosi richiedevano. L'anno scorso tutti gli juventini hanno pensato che mancava il regista, l'uomo che riuscisse a dettare i tempi di gioco...tutti eccetto la dirigenza e lo staff tecnico si son accorti di questa mancanza. Qualcuno scrive che con Poulsen la Juve giocherà con un centrocampo a tre a sostegno di Amauri, Del Piero e Trezeguet. Io penso invece che Nedved (o Giovinco) e Camoranesi (l'unico che avrà piedi buoni a centrocampo) non potranno essere lasciati fuori per nessuna ragione e che quindi Poulsen si alternerà al centro con Sissoko e Zanetti. Insomma, la Juve sarà sicuramente più competitiva dello scorso anno vista la rosa più ampia, purtroppo però non svilupperà quel gioco "spettacolare" che ha latitato lo scorso anno e soprattutto non è arrivato quel giocatore che avrebbe potuto garantire un immediato miglioramento.
Dinanzi a tutto questo però, penso che la squadra, il mister e la dirigenza meritino fiducia. Dopo il campionato dello scorso anno questa fiducia dev'essere incondizionata e se è arrivato Poulsen piuttosto che Xabi Alonso dobbiamo digerire, anche perchè di giocatori sul mercato con il ruolo di regista ce n'erano pochissimi.
Ci restano duqnue solo le speranze. La prima speranza è che la Juve torni sul mercato dopo i preliminari di Champions. L'eventuale qualificazione alla fase finale garantirebbe maggiori disponibilità economiche per acquistare un altro difensore (visto l'infortunio di Andrade) o un centrocampista di qualità. La seconda speranza è quella di rispolverare quel giocatore di qualità che fino a questo momento non ha brillato. Mi riferisco a Tiago. Gente come Deschamps, Vialli e Paoulo Sousa al loro primo anno in bianconero non hanno giocato ai loro veri livelli, alternando cattive prestazioni a lunghe permanenze in panchina. Magari Tiago ripercorrerà quel percorso...io la fiducia gliela rinnovereri, anche perchè altra scelta non c'è!




permalink | inviato da luigi curci il 14/7/2008 alle 19:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


4 luglio 2008

Inizia oggi la stagione della Juventus

 

4 luglio 2008

Ranieri: «Puntiamo al massimo»

Primo giorno di scuola, atto secondo. Claudio Ranieri inizia ufficialmente la sua seconda stagione sulla panchina della Juventus. L’entusiasmo è quello di un anno fa, così come la voglia di primeggiare, mai mancata durante tutta la sua prima esperienza in bianconero.

Ora si riparte, con un gruppo in gran parte confermato e rinforzato da acquisti importanti. La squadra 2008/09 è quasi al completo, con un paio di innesti da inserire – come confermato da Jean-Claude Blanc – e pronta a regalare nuove soddisfazione ai propri tifosi.

Ecco le parole del mister pronunciate nel corso dell’incontro organizzato allo Juventus Media Center di Vinovo.

Un occhio al passato. «L’anno scorso abbiamo gettato le basi disputando un ottimo campionato. Ora cercheremo di migliorare».

Piacere, sono Ranieri. «Un anno fa dovevamo partire da zero. Ora io conosco i ragazzi e loro conoscono me. Questo approccio almeno è stato superato. Dovremo cercare solo di portare i nuovi arrivati allo stesso punto degli altri».

I nuovi acquisti. «Quelli che sono già arrivati, così come quelli che arriveranno, hanno qualità morali, tecniche e di combattività».

Al completo a metà luglio. «In questa prima fase avremo dei ragazzi ancora in vacanza. Quando rientreranno loro, conto che avremo completato la rosa anche con i giocatori che stiamo ancora cercando sul mercato».

Identikit del prossimo acquisto. «I nomi che stiamo valutando per il centrocampo sono più di due. Sceglieremo quello che darà maggiori opportunità di migliorare ancora questa squadra».

Partenza con soddisfazione. «La cosa importante era quella di migliorare ancora la rosa e lo abbiamo fatto. Per questo sono molto contento del lavoro svolto fino ad ora».
 
Ragazzi che tornano. «Abbiamo deciso di far tornare De Ceglie, Marchisio e Giovinco perché si sono comportati bene al loro debutto in Serie A. Per questo li riteniamo idonei a rinforzare la nostra rosa».
 
Giovinco, il nuovo che avanza. «Io ho una rosa a disposizione, per questo non guardo l’età e o il guadagno dei giocatori. Il calcio è quello che si vive giorno dopo giorno sul campo. Giovinco è un talento che sa dribblare, aprire le difesa, fare gol. Deve continuare a farlo con tranquillità e allegria».
 
Puntare al massimo. «Chi viene alla Juve deve essere ambizioso. Io lo ero l’anno scorso, lo sono a maggior ragione quest’anno. Dobbiamo cercare di puntare al massimo in ogni competizione».

Primo obiettivo: i preliminari. «Alla Champions League teniamo molto, per questo dobbiamo passare subito il turno preliminare. Non sappiamo ancora chi affronteremo, nell’urna ci saranno avversari abbordabili e altri meno. La priorità è quella di crescere per arrivare a questa doppia sfida in buone condizioni».

Occhio al campionato. «La Serie A sarà sempre competitiva. Mi aspetto un Milan all’altezza della situazione. Sicuramente miglioreranno la Fiorentina e le altre formazioni che sono entrate in Coppa Uefa».

Un aiuto dai tifosi. «Ci hanno dato una grossa mano l’anno scorso, coccolandoci per tutto il tempo. Mi aspetto tanto anche adesso. Teniamo in considerazione anche le loro idee quando si parla di mercato».




permalink | inviato da luigi curci il 4/7/2008 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 luglio 2008

Ritorno al futuro!

Marcello Lippi (Ansa)Oggi c'è stata la conferenza stampa che ha ufficializzato il ritorno di Marcello Lippi, il Ct campione del mondo nel 2006, sulla panchina della Nazionale italiana.
Sarà difficile bissare il traguardo della vittoria degli scorsi mondiali ma far tornare Marcello Lippi alla guida degli azzurri è stata una scelta di buon senso, la migliore possibile in questo momento...considerate anche le poche alternative possibili.
Soddisfato per la bocciatura dell'eventuale ritorno di Totti e Nesta. Chi abbandona la Nazionale deve farlo definitivamente e non ad intermittenza! Buon lavoro




permalink | inviato da luigi curci il 1/7/2008 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 giugno 2008

Non sarà Cannavaro ma è un giocatore interessante!

da www.juventus.it

 

30 giugno 2008

Dario Knezevic è bianconero

Un nuovo rinforzo per la difesa della Juventus. Dopo Olof Mellberg, ingaggiato fin dallo scorso gennaio, Claudio Ranieri avrà a disposizione anche Dario Knezevic, 26enne croato, prelevato dal Livorno.

Classe 1982, la sua carriera da professionista si è fino ad ora consumata in due sole società: l’HNK Rijeka, la formazione della città in cui è nato e in cui ha militato fino all’estate 2006, e il Livorno con cui ha disputato le ultime due annate in Serie A.

Fa parte stabilmente della nazionale croata con la quale ha anche preso parte ai recenti Europei in Austria e Svizzera. Un’avventura purtroppo sfortunata, finita prima del tempo a causa di un infortunio rimediato nella gara contro la Polonia. Ad Euro 2008 ha comunque collezionato tre presenze, scendendo in campo in tutte e tre le gare del girone eliminatorio, contro Austria, Germania e Polonia. Ha spesso fatto coppia, in centro alla difesa, con l’ex bianconero Robert Kovac.

Oltre a 10 presenze con la Nazionale, può vantare la vittoria di due coppe di Croazia e quattro reti all’attivo nell’esperienza al Livorno.

Il giocatore verrà già presentato nel corso del pomeriggio. Alle 15, a Vinovo, è stata infatti programmata una conferenza stampa che sarà trasmessa in diretta tv su Juventus Channel.




permalink | inviato da luigi curci il 30/6/2008 alle 14:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 giugno 2008

E' finita. Tutti a casa!

 Casillas para anche il rigore di Di Natale (Newsport)  Risultato giusto anche se l'amaro in bocca resta. La Spagna ha sicuramente giocato meglio ma il sospetto è che abbiamo perso contro una squadra nonirresistibile. Purtroppo ci troviamo ancora una volta a commentare le scelte di Donadoni. L'Italia ha praticamente svolto una partita catenacciara. Il primo tiro nello specchio della porta è giunto solo nel secondo tempo con Camoranesi. Viene riproposto Perrotta in una posizione che non gli si addice e cioè dietro le punte, Cassano troppo arretrato a conferma del fatto che più che schierare un attaccante Donandoni schieri un centrocampista aggiunto, Aquilani, che svolge una pessima partita, schierato a destra mentre in panchina siede Camoranesi. Una squadra lunghissima, poco pressing, poca qualità in mezza al campo...e l'assenza di Pirlo non può essere un alibi. Non si comprende poi la sostituzione di Cassano che fino a quel momento era tra i migliori in campo. E poi perchè sostituirlo con Di Natale e non con Del Piero? Perchè far entrare Del Piero solo a dieci minuti dalla fine? La valutazione di Donadoni? Oggi merita un 4,5 che potrebbe addirittura sembrare generoso!
Spagna - Italia è il giusto epilogo della gestione Donadoni che comunque in conferenza stampa annuncia che non intende dimettersi. Io vorrei iniziare a pensare al futuro Commissario Tecnico. In molti invocano il ritorno di Marcello Lippi e francamente penso che questa sia l'unica soluzione per la Nazionale anche perchè allenatori buoni senza contratto non ce ne sono in giro!
Fare le "pagelle" oggi è difficile, un pò per lo stato d'animo, un pò perchè l'unica nota positiva della serata è la prestazione di Giorgio Chiellini. Per molti "Chiello" è una rivelazione. Per me è una conferma. A 23 anni ha tutte le carte in regola per diventare il futuro pilastro difensivo della Nazionale e della Juventus.
Positiva complessivamente un pò tutta la difesa. Anche Zambrotta dal secondo tempo ha fatto una buona partita. A centrocampo a mio avviso sono state deludenti le prestazioni di De Rossi ed Aquilani, quest'ultimo decisamente scarso. Non si comprende l'assenza di Camoranesi che a destra poteva dare sicuramente qualcosa in più. In avanti abbiamo assistito al solito volenteroso Cassano che appare ormai un giocatore ritrovato ma anche all'immobile Luca Toni, che non solo non segna, ma toglie una palla destinata in rete dai piedi di Grosso. Di Natale non ha giocato male l'ultima parte di partita. Purtroppo dal dischetto ha pagato quell'inesperienza internazionale che non ho mai mancato di ricordare.
Euro 2008 si chiude ai quarti di finale. Verrà ricordato come l'Europeo delle convocazioni sbagliate, delle formazioni sbagliate e delle sostituzioni sbagliate. Non sarà certamente ricordato per il "bel gioco" dell'Italia. Nessuno ricorderà nemmeno la formazione visto che cambiava ogni partita a dimostrazione delle idee poco chiare del CT. Mettiamo un punto e voltiamo pagina. A settembre ricomincia l'avventura azzurra, c'è un titolo da campioni del mondo da difendere. Ripartiamo dai soliti talenti (Buffon, Pirlo, Grosso), ripartiamo dal ritrovato Cassano, ripartiamo dalla novità Chiellini...e soprattutto ripartiamo senza Donadoni!




permalink | inviato da luigi curci il 23/6/2008 alle 2:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


22 giugno 2008

Sale la febbre per Spagna - Italia!

 Una fase dell'allenamento azzurro: la sfida con la Spagna è alle porte. Ap Dopo l'inaspettata qualificazione ai quarti di finale, oggi gli azzurri affronteranno la Spagna favorita nei pronostici! Sembra che saranno Aquilani ed Ambrosini a sostituire gli squalificati Pirlo e Gattuso. Ballottaggio tra Perrotta e Camoranesi. I precedenti pendono senza dubbio a nostro favore, a ricordarlo è anche il portiere Gigi Buffon. L'ultimo precedente risale ai mondiali negli Stati Uniti nel 1994, anche in quell'occasione era un quarto di finale, e la partita finì 2-1 per l'Italia e tra le polemiche per una gomitata di Tassotti nei confronti di Luis Enrique in piena area di rigore.
La Spagna cercherà dunque un riscatto. Il mio auspicio è che la Spagna di oggi si riveli come la "solita" Spagna, quella capace nelle grandi competizioni internazionali a superare sempre brillantemente il girone e a deludere nella fase "a scontri diretti". In porta giocherà il portiere del Real Madrid Casillas anche se negli ultimi tempi a mio avviso il portiere Reina del Liverpool ha dimostrato qualcosa in più. In difesa spicca il talento di Sergio Ramos e l'esperienza e la grinta dell'inossidabile Puyol. Marchena e Capdevilla non mi appaiono dei difensori insuperabili.
Il centrocampo è sicuramente il punto forte. La Spagna è maestra nel possesso palla proprio grazie al talento dei giocatori della linea mediana. Lascia un pò scettici la scelta di Aragones di rinunciare a talenti come Xabi Alonso e soprattutto Fabregas...meglio per noi insomma, ma potrebbero sempre pericolosamente subentrare a partita in corso.
In attacco la Spagna possiede uno dei più grandi attaccanti del momento, Fernando Torres. E' un giocatore straordinario con caratteristiche molto poco spagnole. Sarà lui il pericolo numero uno per la nostra difesa. Mi preoccupa meno, anche se al momento è capocannoniere dell'Europeo, David Villa. Non mi sembra un giocatore irresistibile.
La Spagna è dunque un'ottima squadra, con molti talenti e giovani. Per l'Italia l'assenza di Pirlo è sicuramente grave ma penso che gli azzurri possano comunque battere la nazionale iberica., occorrera giocare con il cuore! Oggi è una sfida tra due diversissime mentalità calcistiche! Speriamo di vincere ancora una volta questa sfida.

Vorrei chiudere con un "tributo" a Guus Hiddink. Quest'uomo è un grande allenatore. Ieri ha compiuto una grande impresa sportiva, l'ennesima. Oltre ad aver vinto la Coppa Intercontinentale con il Real Madrid, è stato in grado di vincere una Coppa dei Campioni nel 1988 con il PSV e sempre con il PSV, una squadra modestissima, ha sfiorato la finale di Champions nel 2005. Da Ct ha compiuto i veri miracoli calcistici. Riporta ai vertici del calcio l'Olanda nel 1998 raggiungendo le semifinali, semifinali raggiunte anche nel 2002 sulla panchina della Corea del Sud (e purtroppo lo ricordiamo molto bene noi italiani). Nel 2006 porta l'Australia dopo oltre 30 anni e centra una storica qualificazione agli ottavi di finale (Australia eliminata dall'Italia campione del mondo). Quest'anno il miracolo si chiama Russia. Dal crollo dell'Unione Sovietica per la prima volta la Russia supera una fase a gironi e addirittura si qualifica alle semifinali esprimendo un ottimo calcio ed eliminando l'Olanda considerata da tutti la favorita al titolo. Davvero un grande allenatore, riesce ad ottenere risultati importanti con squadre modeste e soprattutto esprimendo un ottimo calcio. Complimenti!
 




permalink | inviato da luigi curci il 22/6/2008 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 giugno 2008

Miracolo italiano

 (Inside) Non avrei scommesso un centesimo sulla qualificazione ai quarti dell'Italia. Fortunatamente il mio pessimismo non si è trasformato in realtà. L'Italia batte la Francia 2-0, e dopo un girone sofferto e giocato in un modo poco brillante, vola ai quarti di finale e sfiderà le "furie rosse" spagnole. Una vittoria bellissima perchè ci regala la qualificazione, perchè ci sottrae dall'umiliazione di una prematura eliminazione che i campioni del mondo non potevano permettersi...perchè vincere contro la Francia, e in modo anche netto, è sempre qualcosa di estremamente bello, sportivamente una "goduria"! Prima di arrivare alle solite pagelle vorrei fare delle riflessioni sul girone. La classifica finale che è emersa è estremamente veritiera e rappresentativa dei valori espressi dalle quattro squadre in campo. L'Olanda ha strameritato il primato, e non solo per il gioco e per gli ottimi risultati (strapazzando campioni e vice campioni del mondo). L'ha strameritato anche per l'esempio di sportività che ha dato oggi. Molti, me compreso, immaginavano un "biscotto"...e invece l'Olanda ha giocato al meglio contro una Romania che in verità, nel corso di questo Europeo non si è mai dimostrata all'altezza. Ha disputato le prime due gare chiusa in difesa per impedire agli avversari di giocare, ed oggi che doveva necessariamente attaccare sono emersi tutti i limiti tecnici e tattici di questa squadra! Quanto alla Francia, non potevo immaginare una sua chiusura del Girone come fanalino di coda. Penso che la Francia resti una squadra di grandissimi campioni e che in questo Europeo ha visto limitare le sue potenzialità dal suo ultra incompetente allenatore. Basta citare alcune decisioni di Domenech: Frey in panchina per Coupet titolare. Boumsong e Anelka oggi in campo mentre gente come Mexes e Trezeguet non è stata nemmeno convocata. Benzema schierato come ala sinistra...e tutti sanno quanto da centravanti possa essere devastante. Alla fine meglio così! :)
Giungiamo all'Italia. Oggi il gioco a mio avviso non è stato ancora dei migliori. Le occasioni da rete son giunte quasi tutte dai precisissimi piedi di Pirlo (e la sua assenza contro la Spagna sarà grave). Il gioco stenta ancora a decollare, poco usate le corsie esterne e ancora troppo lunga la squadra. Le sostituzioni appaiono ancora enigmatiche. Sull'1-0, momento in cui serviva fare più possesso palla, esce Pirlo che nel possesso è un maestro e viene dato spazio ad Ambrosini che invece ha altre qualità. Quando poi sul 2-0  serviva un incontrista a centrocampo in più allora Donadoni inserisce Camoranesi (in una posizione poco chiara). Negli ultimi minuti inoltre avrei dato spazio a Borriello o Quagliarella per far rifiatare Toni (che era anche diffidato). Donandoni invece preferisce sostituire Gattuso (ormai squalificato contro la Spagna) per dare spazio ad Aquilani che viste le squalifiche sarà quasi certamente tra i protagonisti della partita contro la Spagna. Nonostante tutte queste considerazioni a Donandoni questa volta devo dare una sufficienza piena. il voto è 6,5. Donadoni ha due meriti particolari. Il primo è quello del risultato. Nel calcio ha ragione chi vince e lui è riuscito a far qualificare la squadra. L'ha fatto credendoci (e in alcuni momenti ci credeva solo lui). L'ha fatto dando una crescita alla squadra (anche se non ancora eccellente, dall'esordio contro l'Olanda alla partita di stasera, la squadra ha mostrato un netto miglioramento). Il secondo elemento è che Donadoni, che in più battute è parso arrogante, ha avuto la sorprendente umiltà di rivedere le sue decisioni. Pochi sono gli allenatori che riconoscono i propri errori. Lui l'ha fatto. Costituendo la coppia centrale difensiva con Chiellini e Panucci ha dato solidità ad un reparto apparso traballantissimo contro l'Olanda. Ha rivisto il centrocampo schierato con la prima partita (e in verità penso che dovrà rivederlo ancora). Speriamo bene per la prossima partita. Donadoni dovrà inventare un centrocampo senza Pirlo, non sarà un'impresa facile.
Passiamo ai giudizi sui calciatori:

Buffon 7,5: Oggi è stato chiamato in causa una sola volta su un insidiosissimo tiro dalla distanza di Benzema. E' bastata una sola parata per ricordare per l'ennesima volta che è il portiere più forte del mondo. Un solo intervento dovrebbe portare ad una valutazione non superiore al 7 ma Buffon, con il rigore parato contro la Romania, è a mio avviso l'uomo qualificazione, ed ecco perchè il suo voto lievita. Confermo:il migliore in assoluto

Zambrotta 6: Il miglior Zambrotta visto in questo Europeo anche se appare ancora un lontano parente del Zambrotta che tutti conosciamo. La sua è una gara di contenimento. Speriamo che contro la Spagna torneranno le sue incursioni sulla fascia. Atteso

Panucci 7: Ottima la sua prestazione in difesa. E' sua la prima grande occasione da gol della partita. Il suo spostamento al centro della difesa è stato determinante. Fondamentale

Chiellini 7: Un'altra grande prestazione di "Chiello". La sua freschezza si combina perfettamente con l'esperienza di Panucci. E' davvero una grande coppia di centrali questa. Henry è letteralmente annientato. Più vedo giocare questo giocatore e più sono convinto che la Juventus possieda un patrimonio per i prossimi anni. Risorsa

Grosso 6,5: Rispetto alle partite precedenti ha spinta meno, ma il motivo è anche dettato dagli ospiti che ha trovato sulla fascia di sua competenza. A gente come Benzema non puoi concedere troppi spazi. Ottima la punizione che ha centrato il palo nel secondo tempo. Lo ripeto, è il terzino sinistro che manca alla Juve...COMPRATELO!!!

Pirlo 7,5: La sua assenza contro la Spagna è davvero preoccupante. Questa Nazionale non può prescindere da lui! A mio modesto avviso se oggi abbiamo vinto gran merito è il suo. Nella difficoltà della squadra di creare una manovra organizzata lui inventa dei lanci che praticamente producono il 90% delle occasioni Italiane. Al centrocampo dà grande equilibrio e qualità. Estremamente freddo e preciso dal dischetto. Non a caso dopo la sua sostituzione l'Italia ha passato 10 minuti di sofferenza. Semplicemente un giocatore straordinario

Gattuso 5: Devo dire la verità. La sua squalifica contro la Francia non mi dispiace affatto. L'instancabile Gattuso in Svizzera per questi Europei non è mai arrivato. I suoi interventi son sempre in ritardo, tant'è vero che si procura scioccamente una ammonizione per un inutile fallo nella tre quarti e soprattutto rischia di commettere altri inutili falli nonostante fosse già stato ammonito. L'unica cosa che gli riesce bene è invitare gli spettatori italiani a fare il tifo. Sul viale del tramonto

De Rossi 6,5: Gara tatticamente perfetta. Con lui in campo la squadra ha indubbiamente maggiore qualità in mezzo al campo. Autore del gol che ci ha garantito la qualificazione. Vietato farlo riaccomodare in panchina

Perrotta 6: Una gara di ordinaria amministrazione in un ruolo che a mio avviso non è il suo. Un conto è essere, come stasera, l'unico "trequartista" dietro due attaccanti, un altro è essere uno dei tre trequartisti a sostegno di un'unica punta come avviene nella Roma. Sbaglia anche lui un gol sotto porta. Diligente

Cassano 6: Tatticamente una buona partita, tante punizioni procurate...ma colpi di genio non se ne son visti. A mio avviso niente di più e niente di meno da quanto offerto da Del Piero nella partita contro la Romania, anzi, Del Piero sfiorò due volte il gol, Cassano non l'ha fatto nemmeno una volta. Sono consapevole che in pochi saranno d'accordo su questo giudizio e su questo paragone...ma mi sento in dovere di sottolineare come i giornali ingigantiscano una prestazione non buona di Del Piero. Insomma se Del Piero avesse giocato come ha giocato oggi Cassano non sarebbero mancati i titoloni in negativo sui giornali. Se Del Piero avesse sbagliato i gol che stasera ha sbagliato Toni, si sarebbe parlato per mesi interi di questi errori. Il commento a Cassano è un commento "tattico" che vale per tutti. Io penso che Donadoni schieri male il fantasista della squadra chiunque esso sia. Invece di mettere il Del Piero o il Cassano di turno nelle condizioni di segnare avviene l'esatto contrario, e cioè è il fantasista che spesso deve ripiegare a centrocampo. Ecco spiegato perchè Cassano oggi si è procurato tantissimi falli...ma tutti a centrocampo.

Toni 5,5: Si sarà procurato il rigore del vantaggio e l'espulsione di Abidal ma ha sbagliato ben 6 gol di cui 4 praticamente già fatti, tre nel primo tempo, tre nel secondo. Molto meno gioco di sponda rispetto al solito. Il vero problema è che Toni non può fare miracoli e non può sempre rendere al meglio. In panchina Borriello non è una valida alternativa e non mi stancherò mai di ricordare che Inzaghi è a casa a guardare le partite in salotto. Speriamo che contro la Spagna il bomber finalmente si sblocchi. Impreciso

Ambrosini e Camoranesi 6: Entrano a giochi praticamente fatti. Non possono incidere nella partita.

Aquilani s.v.

Domenica ci sarà il quarto di finale con la Spagna, una squadra che sta convincendo giornalisti, critici e sportivi. Io in tutta onestà, nonostante alcuni fenomeni presenti in questa formazione, uno su tutti Fernando Torres, non sono per nulla preoccupato. Penso che questa Spagna sia la solita Spagna, superlativa nella fase a gironi, deludente nella fase finale! Speriamo bene!




permalink | inviato da luigi curci il 18/6/2008 alle 2:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


14 giugno 2008

Lasciate la calcolatrice...

da www.gazzetta.it 

L'Italia passa se...
Classifica: Olanda 6; Romania 2; Italia e Francia 1.
1. Batte la Francia e l'Olanda vince con la Romania. Passano Olanda (9 punti) e Italia (4).
2. Batte la Francia e l'Olanda pareggia con la Romania. Passano Olanda (7 punti) e Italia (4).
3. Pareggia con gol contro la Francia e l'Olanda batte la Romania. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) per il maggior numero di gol nella classifica avulsa.
4. Pareggia 0-0 con la Francia e la Romania perde 3-0 con l'Olanda. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) grazie al miglior coefficiente Uefa (rispetto alla Romania).




permalink | inviato da luigi curci il 14/6/2008 alle 2:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


13 giugno 2008

Ci vorrebbe un miracolo!

Il miracolo di Buffon (Ap) Scrivo mentre Olanda e Francia sono negli spogliatoi per la fine del primo tempo, scrivo mentre l'Olanda vince 1-0 sancendo una condanna quasi definitiva all'Italia. Se il risultato dovesse restare alla fine del '90 appare difficile pensare che l'Olanda, ormai qualificata come prima, non faccia tournover in vista dei quarti di finale e non ceda il passo alla Romania. Chiunque preferirebbe eliminare Italia e Francia...vabbè. Questi discorsi accantoniamoli. Il problema è che se manca una partita e usi una calcolatrice per valutare quante speranze esistono per qualificarsi, allora significa che l'eliminazione è dietro l'angolo e che solo un miracolo può portare l'Italia alla qualificazione. Ma arriviamo al commento sulla partita di oggi pomeriggio.
L'Italia meritava senza alcun dubbio di vincere. Tre fattori sono stati determinanti per questo pareggio: l'arbitraggio, Lobont (il portiere della Romania) e un clamoroso errore di Zambrotta. Se il portiere avversario para tutto, se l'arbitro ti annulla un gol regolare, ti concede contro un rigore inesistente, non ti concede un rigore che forse c'era, e addirittura ti ammonisce De Rossi in pieno recupero per un fallo inesistente, e se nel momento in cui stai giocando meglio subisci un gol che NON DEVI subire, allora stiamo commentando una giornata storta. Se Zambrotta sbaglia può capitare dopo una straordinaria carriera, se Lobont para tutto non puoi che toglierti il cappello...se l'arbitro sbaglia così tanto allora ti "incazzi"! Donadoni ha detto una cosa giusta a fine partita, una delle poche cose giuste, e cioè "è strano che siano così attenti nel vedere Panucci fuori dal campo e dare un fuorigioco e poi non si accorgano di cose più vistose"!
Sarà stata colpa dell'arbitro, sarà stata colpa della sfortuna, fatto sta che Italia - Romania termina 1-1  e la qualificazione è fortemente compromessa. La consolazione viene dal fatto che abbiamo pareggiato creando una decina di occasioni da rete. Donadoni questa volta a mio avviso non ha sbagliato la formazione e si è visto anche a tratti un bel calcio anche se nel primo tempo abbiamo concesso troppo alla Romania che sfruttava le occasioni di contropiede. La valutazione di Donadoni questa volta è pienamente sufficiente ma il voto non può superare il 5 e vi spiego perchè! Toni era stanchissimo a fine gara ed in panchina non c'erano valide alternative. L'unca alternativa ha per nome e cognome Filippo Inzaghi che sta guardando gli Europei dal salotto. Il 5 viene anche giustificato dalle ultime due sostituzioni. Va bene sostituire Del Piero ma non con Quagliarella che non ha toccato palla. E poi vorrei sapere se qualcuno riesce a dare una spiegazione logica all'ingresso di Ambrosini giunto in un momento della partita in cui dovevi attaccare. Salviamo quanto di buon visto in questa partita e tentiamo il tutto per tutto contro la Francia!
Passiamo ai voti dei calciatori.

Buffon 8: Questo calciatore non ha bisogno di commenti, le sue parate parlano da sole. Nel primo tempo ci ha salvati in due occasioni. L'apoteosi giunge nel secondo tempo quando in due tempi para un rigore di Mutu (calciato anche bene). Quella parata ci permette ancora di sperare. E' semplicemente il migliore!

Zambrotta 4: La prestazione è stata sufficiente anche è ancora lontanissimo dai sui standard. Fa una partita di contenimento. Ma il voto giusto non può che essere 4, sul goal della Romania è stato catastrofico, un errore che non si può commettere in una partita così importante. Il suo errore ha compromesso la partita. Spaventoso.

Panucci 7: Qualche sbavatura ma merita un gran voto per il goal che dopo qualche minuto ci ha permesso di pareggiare. Giocatori come lui non sbagliano quasi mai partite complicate come questa. Lui e Chiellini hanno datto compatezza al reparto difensivo evidentemente migliorato rispetto alla partita dell'Olanda. Sicurezza.

Chiellini 6,5: La risposta a chi ha definito "Giorgione" lento, privo di senso della posizione e falloso. Evidentemente chi ha scritto queste cose non ha seguito la Juventus quest'anno. Suo l'assist della rete di Panucci. Impeccabile

Grosso 7,5: Suggerimento alla dirigenza juventina: è lui il terzino sinistro che serve alla Juventus. Devastante sulla fascia, grandi chiusure in difesa, grandi discese, non ha sbagliato un cross. Straordinario.

Pirlo 6,5: Gli si può rimproverare solo una palla sciaguratamente persa nella propria trequarti nel primo tempo. Per il resto il solito Pirlo dai lanci precisi. Con De Rossi affianco ha avuto più spazio e maggiori possibilità per impostare. Confermate le previsioni. Puntuale.

Camoranesi 5:  Partita identica a quella con l'Olanda. uno dei peggiori oggi. Gradirei una sua panchina contro la Francia...e mi dispiace un sacco scrivere queste cose.

Perrotta 5: Una delle delusioni della giornata. Ci aspettavamo da lui molti inserimenti, ne fa soltanto uno. Ineccepibile la sua sostituzione. Una controfigura di quello ammirato ai mondiali

De Rossi 6: Nulla di eccezionale la sua partita ma sotto l'aspetto tattico il centrocampo non può prescindere dalla sua presenza.

Del Piero 5: La sua partita non è stata insufficiente. In avanti molto più vivace nel primo tempo...e più vivace del Di Natale visto nella gara precedente. Ha sfiorato il gol nel primo tampo ma il suo colpo di testa è stato prodigiosamente respinto da un difensore. Un gran passaggio nel secondo tempo a Toni tagliando tutta la difesa. Da lui ci aspettiamo molto molto molto di più ed ecco perchè il 6 diventa 5. Lui non DEVE sbagliare. (da cancellare la punizione sparacchiata in curva nel primo tempo)

Toni 6,5: Il suo gol è regolare. Partita come al solita ultra generosa con una serie infinita di sponde. Peccato che in panchia non ci sia nessuno che possa farlo rifiatare.

Cassano 6,5: In alcuni casi lezioso ma illumina la seconda metà del secondo tempo col suo ingresso in campo. Speriamo di vederlo titolare contro la Francia

Quagliarella 5: Del suo ingresso in campo non se n'è accorto nessuno. Ingiudicabile.

Ambrosini s.v: Lui è incolpevole. Sostituzione senza logica


P.S. visto che ci sono le "maestrine" con la penna rossa, annuncio che ho scritto il post in fretta e che non posso rileggerlo...devo scappare :)




permalink | inviato da luigi curci il 13/6/2008 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


13 giugno 2008

Adesso tocca a voi!

Missione Romania, tocca all'Italia 2 E' il giorno della verità! Tutti abbiamo il desiderio di rimangiare le parole polemiche pronunciate contro Donandoni ed i calciatori della Nazionale. Oggi sapremo se la partita con l'Olanda è stata solo un incidente di percorso. Oggi sapremo se i Campioni del Mondo hanno ancora voglia di vincere. Donadoni cambierà la squadra e a quanto pare lo farà lasciando in panchina proprio i giocatori più contestati, quelli che hanno convinto di meno e che sono apparsi meno in forma. La mia speranza è che Del Piero venga schierato come seconda punta. Se il suo ruolo sarà questo, e non farà l'esterno sinistro come purtroppo spesso gli accade in Nazionale, allora sono convinto che sarà determinante in questa partita...e la mia convinzione nasce dal campionato devastante che ha disputato! 

FORZA RAGAZZI, SIAMO TUTTI CON VOI!




permalink | inviato da luigi curci il 13/6/2008 alle 11:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 giugno 2008

Sondaggio della Gazzetta dello Sport dall'esito simpatico

 

Presentazione-show di Mourinho: che cosa vincerà l'Inter con il nuovo tecnico?

Non vincerà niente
48.4%
Almeno due trofei
15.0%
Farà il grande slam
12.2%
Champions League
10.0%
Coppa Italia
4.6%
Scudetto
4.6%
Supercoppa
3.0%
Tre trofei
2.2%

Numero votanti: 14315

Staremo a vedere...




permalink | inviato da luigi curci il 3/6/2008 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Verso gli Europei

L'Italia vince l'unica amichevole organizzata prima dei Campionati Europei. Lo fa battendo 3-1 un avversario modestissimo, il Belgio,  per giunta orfana dei suoi giocatori più rappresentativi. Non mi lascio quindi entusiasmare da questa vittoria anche perchè le scelte tecniche di Donandoni continuano a non convincermi. Assurdo non dare un posto da titolare a De Rossi e si è subito capito che Di Natale partirà titolare. Ieri ha segnato due gol contro una difesa di burro. Non so se un giocatore che praticamente non conosce il calcio internazionale (eccetto la brevissima parentesi dell'Udinese alla Champions di qualche anno fa) possa ritornare più utile di un veterano Del Piero o di un  talentuoso Cassano. Staremo a vedere. L'errore a un metro dalla porta di Borriello (per cui vale lo stesso discorso di Di Natale per l'esperienza internazionale) conferma i miei dubbi su questa convocazione. Aver lasciato Inzaghi a casa risulterà un errore gravissimo.
Passiamo alle curiosità. Da juventino sono orgoglioso del fatto che la Juventus insieme alla Roma sia la squadra con più convocati in Nazionale, ben 4 giocatori. La Juventus insieme al Milan è anche la squadra italiana che offre a questi Europei più giocatori e cioè 5, la metà di quelli del Lyone (la squadra più rappresentata) che ne avrà ben 10. I "primati" della Juve potevano essere migliorati se Iaquinta non avesse avuto problemi fisici, se Domenech non fosse stato un folle nel rinunciare a Trezeguet e se Nedved avesse risposto positivamente alla convocazione della Repubblica Ceca. L'Inter campione d'Italia offre alla nazionale meno giocatori dell'Udinese e gli stessi del Livorno retrocesso ed ultimo in classifica. In realtà è un errore usare il plurale perchè l'unico convocato è Materazzi. Dopo aver anche cacciato l'allenatore italano l'Inter sta pensando di iscriversi al campionato argentino...




permalink | inviato da luigi curci il 31/5/2008 alle 14:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


20 maggio 2008

I convocati

Il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Donadoni. ApEcco i 24 convocati per Euro 2008 del CT Roberto Donandoni. Di questi uno resterà a casa perchè la lista ufficialie prevede solo 23 calciatori:

 

Portieri: Buffon, Amelia, De Sanctis
Difensori
: Barzagli, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Materazzi, Panucci, Zambrotta.
Centrocampisti
: Ambrosini, Gattuso, Aquilani, Camoranesi, De Rossi, Perrotta, Montolivo e Pirlo
Attaccanti: Toni, Borriello, Del Piero, Di Natale, Quagliarella, Cassano.

Balza subito all'occhio il fatto che la squadra Campione d'Italia abbia un solo convocato. Sui portieri c'è la conferma che ormai in Italia dopo Buffon c'è il vuoto. L'unico portiere che forse supera la mediocrità è stato lasciato a casa ed è Sereni. Dopo una stagione come quella appena disputata non riesco davvero a capire come Sereni non faccia parte della compagnia azzurra e come Donadoni gli abbia potuto preferire Amelia e addirittura De Sanctis di cui nemmeno ricordo la squadra in cui gioca! In difesa le convocazioni grosso modo mi sembrano giuste (preferivo Legrottaglie a Barzagli) così come a centrocampo dove però spero che sarà Montolivo a lasciare la compagnia. Io l'ho avuto al fantacalcio Montolivo, è una disperazione. Il suo rendimento è stato bassissimo e tatticamente ha poco a che fare con il modulo di Donadoni. In attacco mi entusiasma la presenza di Alex Del Piero e di Cassano (e spero che i due partano preferiti a Di Natale). Molto scettico su Borriello e Quagliarella su cui non punterei un centesimo. Al posto di questi due ho già espresso in precedenza chi avrei portato: Rossi e Inzaghi (la cui mancata convocazione è uno scandalo).
Non ci resta che fare l'in bocca al lupo a Donadoni e sperare che abbia visto bene le convocazioni...ma qualche dubbio lo nutro!


...e intanto Domenech convoca Boumsong e lascia a casa Trezeguet! Qualcuno può chiamare l'ambulanza???




permalink | inviato da luigi curci il 20/5/2008 alle 18:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


18 maggio 2008

Siamo tutti "cittì"

La malattia non mi fa ancora concentrare sui soliti argomenti. Mi dedico quindi completamente al calcio per qualche altra ora. Finito il Campionato adesso tutti gli italiani (o quasi tutti) inizieranno a pensare agli Europei. Nelle estati "mondiali" ed "europee" in molti si trasformano in Comissari Tecnici. Io voglio anticipare il gioco. Prima che Donadoni annunci la lista ufficiale io voglio scrivere chi convocherei se fossi CT indicando anche il mio "11" titolore. Chi vuole scrivere le sue convocazioni lasci un commento o mandi una mail...vedremo chi ne ha indovinate di più o quanto siamo lontanti dal pensiero di Donandoni (nei cui confronti ho personalmente pochissima fiducia).

Portieri: Buffon, Sereni, Abbiati;

Difensori: Panucci, Cannavaro, Chiellini, Zambrotta, Oddo, Materazzi, Legrottaglie, Grosso;

Centrocampisti: Camoranesi, Pirlo, De Rossi, Perrotta, Gattuso, Aquilani, Ambrosini, Palombo;

Attaccanti: Toni, Inzaghi, Rossi, Del Piero, Di Natale, Cassano

La crisi di centrocampisti di sinistra porterebbe chiunque a giocare con un 4-3-3, ecco quindi quale sarebbe la mia squadra tipo:

Buffon;
Panucci, Cannavaro, Chiellini, Zambrotta;
Gattuso, Pirlo, De Rossi:
Camoranesi (o Di Natale, il primo a destra e il secondo nel caso a sinistra a fare la mezza punta), Del Piero, Toni

Borriello a casa: meteora
Cassano in Austria: è un talento, bisogna dargli fiducia
Quagliarella a casa: non sarebbe all'altezza di partite come quelle con la Francia e Olanda
Rossi in Austria: è un altro talento italiano e in Spagna (come l'anno scorso in Italia) ha fatto grandi cose








permalink | inviato da luigi curci il 18/5/2008 alle 23:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


18 maggio 2008

Alessandro Magno Del Piero!

 Partiamo dal rendere omaggio ai vincitori. Lo faccio da juventino che odia l'Inter. Lo faccio non volendo più parlare delle polemiche arbitrali perchè finito un campionato non serve più parlarne. Lo faccio pensando che la vera forza dell'Inter Campione d'Italia non sia nè il collettivo e nè l'allenatore (ma su la seconda opizione è una opinione forse diffusa anche tra gli interisti). Non è nemmeno la società. E' purtroppo Zlatan Ibrahimovic, sportivamente traditore ma calcisticamente un fenomeno. Ma nemmeno questo conta. Nel calcio ha ragione chi vince, intercettazioni (qualunque sia il loro oggetto) o no, stato di forma o no, simpatici o no! Onore quindi a chi vince, e lo faccio solo quest'anno per due motivi: a) lo scudetto di due anni fa lo reputo della Juventus; b) l'anno scorso la Juve non era in Serie A. Quest'anno la Juventus è arrivata terza e quindi dietro l'Inter ed è per questo che manifesto il mio plauso. Onore ai vincitori! Meno onore alla Roma nonostante il bel gioco deve pensare alle tante partite buttate (perchè lo scudetto la Roma non l'ha perso solo oggi). Nessun onore al Milan che da tre anni non onora il Campionato italiano e che da squadra campione del mondo si ritrova a giocare sfide infrasettimanali con Zenit S.Pietroburgo, Stella Rossa e Aek Atene!
Ciò non toglie però le enormi soddisfazioni vissute da chi ama la mia squadra. Il miglio attacco della Serie A, Alex Del Piero Capocannoniere della Serie A come coronamento della sua stagione migliore (alla faccia dell'età), con Trezegol al secondo posto nella classifica dei bomber, con i 4 punti guadagnati con Inter, Roma e Milan e con tante ottime prospettive in Italia e in Europa.
Non mi stancherò mai di dirlo. Da ragazzino mi emozionavo guardando Del Piero e la Juve. Oggi mi emoziono come allora...è una grande storia d'amore destinata a non finire mai. Grazie Alex, Grazie Juventus...e onore ai vincitori con un arrivederci all'anno prossimo (e le cose cambieranno presto).




permalink | inviato da luigi curci il 18/5/2008 alle 22:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


14 maggio 2008

Non poteva non esserci!

   da www.juventus.it

14 maggio 2008

Nedved: «Continuo per la Champions»

Ancora un anno con la Juventus. Ancora un assalto alla Champions League. Pavel Nedved ha deciso e per la gioia di tutti i tifosi bianconeri ha rinnovato fino al 2009 il suo contratto.

Il giorno dopo l’annuncio
(vedi articolo), il ceco ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva a Juventus Channel prima dell’inizio dell’allenamento. «Sono restato per tanti motivi – ha confessato -, ma soprattutto perché volevo giocare ancora questa affascinante  competizione che si chiama Champions League. Tutti noi, insieme, vogliamo provare a vincerla. Dobbiamo pensare da dove siamo ripartiti e cosa abbiamo fatto. Questa qualificazione ci ha premiato di tutti i sacrifici fatti e per questo ne siamo orgogliosi».

Nella scelta di continuare a calcare per un altro anno i campi di gioco, decisivo è risultato un sostegno speciale: «Mia moglie mi è stata molto vicina e mi ha convinto di proseguire quest’avventura che dura da sette anni e che mi ha regalato grandi emozioni. Sono molto legato a questa squadra e giocare con questa maglia è speciale».

L’intervista verrà trasmessa su Juventus Channel alle ore 18.15, nel corso del programma “231 allenamenti”.




permalink | inviato da luigi curci il 14/5/2008 alle 12:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


27 aprile 2008

EUROPA!!!

 

 La Juventus, dopo il terremoto che l'ha coinvolta due anni fa, torna nel salotto del calcio, quello europeo, e lo fa contro ogni aspettativa (anche se io ci ho sempre creduto), lo fa con tanta grinta, con tanto attaccamento alla maglia...lo fa col carattere vincente che contraddistingue questa grande società sportiva anche nei momenti più duri e difficili della sua storia. Lo fa valorizzando i giovani Nocerino, Palladino e Molinaro, lo fa rilanciando Legrottaglie e l'eccezionale Zanetti, lo fa nonostante un mercato che non ha trovato risposte dai vari Tiago e Almiron ma che ha regalato alla Juve gli ottimi Salihamidzic e Iaquinta ed uno strepitoso e straripante Sissoko, lo fa consacrando Chiellini, lo fa affidando la squadra ad un Mister che si è rivelato eccellente (anch'egli contro ogni aspettativa) e lo fa con i suoi campioni, Super Gigi Buffon, il primo a credere nel progetto Juve e per primo a rinnovare un contratto che è stato stimolo ed esempio per gli altri, il fantasioso Mauro Camoranesi, l'intramontabile Nedved (che gara anche oggi) e il bomber David Trezeguet.
No, non è una dimenticanza. Del Piero non è uno dei campioni. Del Piero è la bandiera, Del Piero è l'anima, Del Piero è la storia, DEL PIERO E' LA JUVE! Grazie Capitano. Mi emozioni oggi come quando ero ragazzino. Sei uno di quei monumenti che fa amare questo bellissimo gioco e questa straordinaria squadra. Un amore eterno...Juve, storia di un grande amore.

GRAZIE RAGAZZI...e ora andiamo a rigiocarci le grandi sfide di Champions League




permalink | inviato da luigi curci il 27/4/2008 alle 22:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


20 aprile 2008

C O N V O C A L O ! ! !

 
Una stagione straordinaria, forse la migliore della sua straordinaria carriera! L'Italia non può andare agli Europei senza di lui! Non è il parere di uno juventino, è il parere di chi ama il calcio!
DONADONI CONVOCA ALEX!!!




permalink | inviato da luigi curci il 20/4/2008 alle 20:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 aprile 2008

Super Juve

   La Juventus batte anche il Milan. 4 punti con l'Inter, 4 punti con la Roma e 4 punti con il Milan. Una marcia da grande squadra a dispetto degli scettici e di chi ci diceva che con questa squadra non si poteva superare il sesto posto... e che aumenta i rimpianti perchè forse forse,vincendo qualche partita in più, lo scudetto poteva essere molto meno di un semplice sogno.Oggi al sesto posto c'è il Milan e questa è una enorme soddisfazione! Forza Juve. JUVE, STORIA DI UN GRANDE AMORE, BIANCO CHE ABBRACCIA IL NERO...JUVE PER SEMPRE CON TE.

Doverosa una nota di merito per l'eccellente Momo Sissoko. Lo dico senza paura di sbagliare: è un grande campione.

VOTA POPOLO DELLE LIBERTA'




permalink | inviato da luigi curci il 12/4/2008 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


23 marzo 2008

Semplicemente i più forti!

 La festa juventina (Infophoto) 
SEMPLICEMENTE   JUVENTUS!!!

A dimostrazione che Liverpool non è stata una parentesi, a dimostrazione che l'Inter non consegue una vittoria vera e propria dai tempi di Spillo Altobelli e Walter Zenga, a dimostrazione che non con le sentenze, non con le campagne acquisti e non con le invidie si riesce ad essere una squadra di campioni (perchè non sono i contratti a stabilire chi è campione ma sono le vittorie a stabilirlo) e soprattutto vincente...la Juventus espugna S.Siro con un 1-2 che la Sfigh-Inter ricorderà per molto tempo.
Molti i motivi per "godere":
1- Il primo gol del grande Mauro German in fuorigioco. Insomma quel che si meritava l'Inter, perchè la vittoria migliore sull'Inter è quella con l'errore arbitrale per poi sentirsi rispondere agli sfottò con le solite lagne, teoremi anti-Inter e piagnistei vari!
2- Tra la ultra miliardaria Inter e la "neo-promossa" Juventus esistono solo 10 punti di differenza, e se pensiamo ai tanti punti "bonus" di questo campionato dell'Inter e se pensiamo ai tanti "malus" per la Juve...beh, non dico superiori, ma le squadre si equivalgono.
3- L'inesistenza di Ibrahimovic contro la Juventus. Rilancio lo slogan del "dopo Liverpool": Comprare uno zingaro dalla Juve costa 20 Milioni di Euro.Vederlo uscire tra i fischi del suo pubblico non ha prezzo. Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c'è Mastercard
4- La Roma si riporta a quattro punti...e la super corazzata Inter dopo il fallimento europeo si ritrova a lottare per vincere uno scudetto che soli pochi mesi fa si riteneva in cassaforte! Sarà capace l'Inter di vincere uno scudetto sul campo? Fino al 18 maggio staremo a vedere, considerando che la Roma, avrà anche la Champions, ma ha anche un calendario molto molto più abbordabile.
5- A proposito di Roma, La Juventus ha conquistato 4 punti con l'Inter e 4 punti con la Roma. Un atteggiamento da GRANDE SQUADRA (che ha nel suo dna). Una buonissima base di partenza per migliorare il prossimo anno...con tanti giovani italiani...e non come l'Inter che ieri giocava il derby d'Italia con un solo giocatore italiano. E l'anno prossimo avremo anche Giovinco!
Ci sono tanti altri motivi per gioire....dopo un anno in Serie B e due scudetti sottratti per (in)giustizia sportiva...SUL CAMPO abbiamo dato una lezione di calcio e di stile all'Inter. Mancini si sottraeva alle domande dei cronisti parlando di "aiutini"...PATETICO.
Ora vi lascio, cari amici e cari inter-tristi, con l'sms che ho ieri simpaticamente inviato (prendendo spunto dallo slogan elettorale del PDL):
LLA JUVENTUS TI HA MESSO IN GINOCCHIO. RIALZATI, INTER!
All'anno prossimo inter-tristi...(aspettando maggio)






permalink | inviato da luigi curci il 23/3/2008 alle 10:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


12 marzo 2008

Super Gigi a vita bianconero

   da www.juventus.it

Buffon bianconero fino al 2013

Gianluigi Buffon è più bianconero che mai. Con un comunicato stampa, la Juventus ha annunciato un nuovo rinnovo del contratto del numero uno, nove mesi dopo quello firmato la scorsa estate. Dopo un incontro con Jean-Claude Blanc e Alessio Secco, il numero uno ha messo la firma sul nuovo accordo che partirà dal prossimo 1 luglio e che scadrà il 30 giugno 2013.

Un ulteriore segnale di quanto sia saldo il rapporto che lega il miglior portiere del mondo alla maglia bianconera, con cui vuole continuare a vincere. «Starò alla Juventus fino a 35 anni – ha dichiarato Gigi -, quindi avremo il tempo per toglierci molte altre soddisfazioni e cercare di raggiungere i traguardi che tutti si aspettano. Ringrazio la società e i tifosi per la fiducia e l’affetto che mi trasmettono».

Soddisfazione reciproca ed espressa a nome della società da parte dell’amministratore delegato francese: «Con Buffon ci lega una grande sintonia di valori e una visione comune sul futuro della Juventus, sui programmi e sugli obiettivi. Questo accordo è un modo per sottolineare la fiducia di un giocatore determinante per il nostro presente e per il nostro futuro».




permalink | inviato da luigi curci il 12/3/2008 alle 21:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


12 marzo 2008

Fallimento totale!

   Ecco cari inter-tristi, la vostra ultima Coppa dei Campioni è così! Non ci ricordiamo bene se i dinosauri si erano già estinti o se il fuoco era stato già scoperto. L'unica certezza è che la Coppa aveva una forma strana e che non disputate una finale da quando i Mille salparono alla volta della Sicilia! Bel festeggiamento di centenario, un centenario fatto di coppe di pietra, scudetti di cartone e soprattutto tanta invidia! Un centenario, un compleanno, festeggiato col regalino domenicale dell'arbitro...perchè se avete bisogno di un aiutino con squadre come la Reggina, il Parma, l'Empoli, la Lazio e tante altre ancora, figuriamoci se potevate battere sul campo il Liverpool. Adesso aprite gli occhi, perchè il sogno è finito. Il tempo delle illusioni che siete una grande squdra è finito. Il tempo di pensare di avere un pallone d'oro in squadra (quel giocatore che ieri avete fischiato) è finito. Si ricomincia a fare sul serio. Fuori dall'Europa ( e questa è una pratica annuale, ogni anno arriva la primavera e vi fate spazzare via perchè si fanno le pulizie stagionali) e sudatevi questo scudetto che molto probabilmente sarà l'ultimo da qui a chissà quanti anni e forse anche l'ultimo degli anni più patetici del calcio italiano che non poteva che vedervi protagonisti. Esiste tuttavia la fortuna nella sfortuna. L'allenatore più incapace della storia del calcio italiano lascia l'Inter (e non cito Cooper e Hodgson solo perchè non erano italiani). Magari l'anno prossimo finalmente la dirigenza troverà l'uomo giusto per gestire il manicomio Inter. Ci sarebbero tante altre domande ma sicuramente si avrà modo di aprire con i commenti un'ampia discussione.

All'anno prossimo Inter-tristi Io Non Sono Interista di MERDA!


P.S. : una squadra italiana con nessun giocatore italiano in campo merita di essere cacciata dalle Coppe Europee e fare figuracce del genere. A prescindere che si tratti dell'Inter, questa è una vergogna




permalink | inviato da luigi curci il 12/3/2008 alle 2:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa


6 marzo 2008

Sorpresa!

  Avendo dedicato un post all'eliminazione del Milan devo controbilanciare con un post dedicato alla qualificazione della Roma.
Devo essere sincero, da juventino speravo nell'eliminazione anche della Roma. Visto che quando gioca la Juve in Europa nasce la cordata anti-Juve dei tifosi italiani, col tempo ho deciso di adeguarmi a questa logica "perversa" del tifo nostrano.
Ieri però vedendo la partita sono stato convinto da questa Roma che ha ridimensionato il Real Madrid e l'ha fatto imponendo il suo gioco al Santiago Bernabeu e questo non è da poco. Sembrano anche risolti i problemi difensivi. Il solito Real quindi, che spesso e volentieri, quando affronta le squadre italiane, assume un atteggiamento arrogante e spocchioso ma la maggior parte delle volte fa magre figure (come gli ultimi due confronti con la Juventus).
Ora vediamo dove arriverà questa Roma e sarebbe affascinante riproporre un quarto di finale contro il Manchester UTD. Da juventino soddisfatto che la mia squadra abbia battuto questa bella Roma e fiducioso che possa dare fastidio all'Inter per la vittoria dello Scudetto. A 6 punti e con questo gioco è giusto crederci!




permalink | inviato da luigi curci il 6/3/2008 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


5 marzo 2008

Fuori una!

 Festa Arsenal: espugnato San Siro! Reuters Il calcio non sarebbe divertente senza gli sfottò. Lo dice uno che dopo il periodo difficile della Serie B ne ha subiti tanti. Ieri mi son preso una delle prime rivincite e nel giro di pochi giorni ne arriveranno tante altre. Ora però vorrei parlare di calcio giocato. L'Arsenal è stata una squadra davvero impressionante. Ha giocato con estrema esperienza nonostante la sua età media fosse 6 anni più giovane degli avversari, un gioco splendido, corale ma soprattutto dei giocatori davvero interessanti. Quel Fabregas è un giocatore straordinario, sopra la norma. Davvero una bella squadra!




permalink | inviato da luigi curci il 5/3/2008 alle 1:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


24 febbraio 2008

dal sito www.juventus.it

 

24 febbraio 2008

Lettera aperta ai presidenti Figc e Aia

 Nel corso di questo e del precedente campionato la Juventus ha sempre cercato di attenuare le tensioni nei confronti del mondo arbitrale, evitando di trascendere in polemiche animose e accettando con fair play decisioni anche controverse. Un atteggiamento che, purtroppo, alla luce dei fatti di Reggio Calabria deve essere riconsiderato.
 
Ancora una volta, nel corso di questa stagione, la Juventus è stata danneggiata in modo irreversibile dalle decisioni del direttore di gara. Il ripetersi di episodi così gravi impone di richiedere un intervento dei massimi organismi federali a garanzia della regolarità del campionato e a tutela dell'impegno e della professionalità dei giocatori, dei tecnici, dei dirigenti della Juventus.
 
La Federcalcio ha il dovere di vigilare sul rispetto delle regole e di garantire la lealtà della competizione sportiva, messa in discussione dall'inadeguatezza di parte della classe arbitrale. Alcune decisioni dei direttori di gara stanno confermando un dubbio sollevato da più parti: e cioè, che nei confronti della Juventus non vi sia un atteggiamento sereno e adeguato alla serietà con la quale la Società e la squadra affrontano i propri impegni.
 
Quel che è certo è che la Juventus non può continuare a pagare colpe per le quali ha già scontato una pena estremamente severa e dalla quale si sta risollevando anche grazie alla passione dei propri tifosi, che legittimamente chiedono rispetto.
 
Oggi, in una fase decisiva del campionato e in prossimità di decisioni strategiche per il futuro finanziario della Società, la Juventus richiede che la Federcalcio prenda provvedimenti immediati ed efficaci per sanare una situazione gravemente compromessa.
 
Bisogna ritrovare fiducia nella classe arbitrale e ridare slancio al calcio italiano. Un mondo che si basa sulla passione, sull'impegno ma anche su competenze e professionalità che non possono essere frustrate da una componente che si ostina a chiudersi alle novità irritazione alle critiche.

 
Giovanni Cobolli Gigli
Jean-Claude Blanc


Tifosi bianconeri, lasciate il vostro commento attraverso il sito www.juventusmember.com




permalink | inviato da luigi curci il 24/2/2008 alle 19:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 febbraio 2008

Una rapina, l'ennesima rapina

   Avrei desiderato reagire come i giocatori della Juventus che a fine partita hanno stretto la mano all'arbitro e scambiato la maglia con gli avversari. Avrei desiderato reagire come il Mister Ranieri, l'ottimo Mister e quando fu assunto non avrei mai pensato fosse così bravo, che dinanzi le telecamere non ha voluto contestare nessuno, non ha voluto recriminare e non ha voluto commentare gli episodi da moviola (come invece piagnucolando fa qualche altro allenatorino di una squadra di Milano ).
Io oggi lo "stile Juve" lo voglio un pò mettere da parte e voglio dire a chiare lettere che Reggina - Juventus è stata una RAPINA!!! Va bene che la Juventus non sia stata brillantissima, va bene che mancavano prime punte e questa assenza ha fortemente condizionato il gioco...ma quei tre rigori come si fanno a non vedere? Non concedere tre rigori netti più un quarto rigore dubbio ad una squadra per poi concederne al '93 un rigore dubbissimo all'altra è un qualcosa che non si può spiegare. Va bene uno, due...ma tre rigori no. Tutti hanno visto. Speriamo che adesso i tifosi della sfighInter siano contenti.
Voglio solo fare una analisi senza considerare i tanti rigori inesistenti concessi all'Inter sullo 0-0 o in situazioni di svantaggio e contare i punti che virtualmente la Juventus ha perso per cause arbitrali. 
1- Cagliari - Juventus 2-3 partita vinta ma furono dati due rigori inesistenti al Cagliari e negato un rigore netto alla Juve;
2- Juventus - Udinese 0-1 rigore negato alla Juve ( -1)
3- Roma - Juventus 2-2 gol di Totti in fuori gioco (-2)
4- Napoli - Juventus 3-1 stendiamo un velo pietoso su questo arbitraggio che tutti ricorderanno, considerando però che la Juve nn fece una grande gara penso che il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto (-1)
5- Parma - Juventus 2-2 rigore inesistente al Parma e gol regolare annullato alla Juve al '90 (-3)
6- Catania - Juventus 1-1 gol di Spinesi in fuorigioco (-3)
7- Juventus - Sampdoria 0-0 rigore netto negato alla Juve (-3)
Dopo la partita di ieri sono altri 3 punti per un totale di 16 punti di danno virtuale alla classifica della Juventus. Ciò significa che con questa squadra, non certamente attrezzatissima per grandi traguardi, si poteva lottare per ben altri traguardi.
Dinanzi a tutto questo perchè oggi non si pensa alla mala fede?




permalink | inviato da luigi curci il 24/2/2008 alle 11:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre       

 

Francesco Ventola Presidente - L'uomo della provincia

   FRANCESCO VENTOLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA BARLETTA - ANDRIA - TRANI

  


Profilo Facebook di Luigi Curci 

MI PRESENTO::
Sono Luigi,ho 27 anni,sono barlettano,
laureando in giurisprudenza presso l'Università degli studi di
Bari.Dopo aver fatto politica
a livello studentesco,ho
aderito ad AZIONE GIOVANI nel settembre 2000
divenendone immediatamente un attivo militante;dopo
 poco mi sono iscritto ad ALLEANZA NAZIONALE.Nel
maggio 2002 mi sono candidato alle elezioni per il
rinnovo del Consiglio di Circoscrizione (Circ.
Borgovilla-Patalini) venendo eletto con 163 preferenze
(primo della lista) e ricevendo dalla Segreteria di Partito
la nomina di capogruppo(mandato decaduto nel maggio 2006).
Dal novembre 2005 sono dirigente provinciale di Azione
Giovani con incarico al Dipartimento Cultura.Dal gennaio
2006 Presidente cittadino di AREA.
Dal dicembre 2006 Vicepresidente del Circolo Territoriale
di AN Barletta "X medaglie d'oro".
Dal settembre 2007 Commissario del Circolo Territoriale
di AG Barletta "Corrado Cardone".


   
   
Posta elettronica e contatto MSN:
luigicurci@fastwebnet.it


PROSSIMI APPUNTAMENTI:



 








 






Campagna anti troll


  





5 per mille

http://www.fondazionenuovaitalia.org/lafondazione/5x1000.php



 Una veduta di Via dei Fori Imperiali invasa dai manifestanti - Foto di Enrico Para



Azione Giovani per Barletta:filmato di denuncia sul degrado della nostra città
                


     

 

 

 

                foto:
(manifestazione a Roma del 2 dicembre 2006)

 

     




con Alemanno dopo l'inaugurazione della campagna elettorale a Barletta per le Politiche 2008



con Mantovano dopo un convegno a Barletta 








   
     

SU BOLOGNA VOGLIAMO
LA VERITA'.CIAVARDINI INNOCENTE!
http://altaforte33.altervista.org/


 


Fare Verde


                  

       
           FONDAZIONE NUOVA ITALIA


tit1


 



 (momenti di politica e militanza della Destra Sociale Barlettana)

 

            

 

 





(manifestazione a Roma del 13 ottobre 2007):





(manifestazione a Bari del 19 gennaio 2008)





 



 




 



                                                             
    
Googleilcannocchiale                                                                   

La rivista della Destra Sociale:

abbonamenti